La Kinzica » Mangiare http://www.lakinzica.it Magazine di informazione turistica e culturale su Pisa e Provincia Mon, 09 May 2016 16:58:55 +0000 en-US hourly 1 http://wordpress.org/?v=4.3.4 Da Bruno https://www.lakinzica.it/ristoranti-pisa-ristorante-da-bruno https://www.lakinzica.it/ristoranti-pisa-ristorante-da-bruno#comments Wed, 30 May 2012 16:14:35 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=22898 Da Bruno è il locale storico della ristorazione pisana. In auge dagli anni ’50 il locale di Porta a Lucca ha dato da mangiare a generazioni di pisani. Con la gestione di Piero Cei (dal 1969) il ristorante ha potenziato il suo punto di forza, la cucina tradizionale, rinvigorendola col desiderio di arricchire ed esplorare nuovi saporti.

Il Ristorante Da Bruno è storia, tradizione e qualità. Il locale è un dedalo ordinato di stanze e stanzine le cui pareti sono tappezzate di quadri, oggetti, cimeli e fotografie di personaggi dello sport e dello spettacolo, di oggi e del passato, che si sono fermati da gino: Pippo Baudo, Gina Lollobrigida, Eva Mendes, Dacia Maraini, Paolo Bonolis, Indro Montanelli, Mina, Roberto Benigni, Andrea Bocelli, Milly Carlucci e molti altri. Tra una portata e l’altra, capita di trovarsi a osservare le pareti della sala per scoprire se quell’attore o quel personaggio si siamo mai seduti a uno dei tavoli del ristorante. Tra una portata e l’altra però: da Bruno la Cucina è quella con la C maiuscola.

Il menù è diviso in due parti: la parte dedicata alla cucina, vera, pisana e la seconda riservata a quella tradizionale toscana. Senza voler togliere alcunché alla seconda, non è azzardato affermare che il punto di forza del locale è la prima parte del menù. La gioia che un pisano può avere dall’ordinare un piatto pisano è pari alla soddisfazione che un qualsiasi commensale prova dopo aver mangiato uno dei “nostri” piatti storici.  La terrina di pasta e ceci, gli spaghetti all’anguilla, lo stoccafisso alla pisana con patate, l’eccellente polpa di baccalà con i porri sono un tuffo nel passato e una delizia per il palato e soprattutto per chi apprezza portate abbondanti e “ben corpose”.

Il menù di cucina tradizionale toscana prevede portate di pesce e soprattutto di carne: spiccano tra i primi i paccherti al ragù d’anatra e tra i secondi il filetto di manzo in crosta di lardo, l’ossobuco con fagioli all’uccelletta e l’agnello al forno con patate e rosmarino. La carta dei vini del ristorante pisano è ampia quanto basta per regalare soddisfazioni, mentre riguardo al personale che ha quel misto tra atteggiamento familiare e quello ossequioso, non si possono che spendere giudizi favorevoli.

 

Prezzo medio (2 portate): 40 euro vino escluso
Specialità carne (e pesce, baccalà e stoccafisso soprattutto)

Ristorante Da Bruno (Via Curzolari 2 località Marina di Pisa – Pisa)
Tel.  050 560818
web http://ristorante.dabruno.it

]]>
https://www.lakinzica.it/ristoranti-pisa-ristorante-da-bruno/feed 0
Da Gino https://www.lakinzica.it/ristoranti-pisa-ristorante-da-gino-a-marina-di-pisa https://www.lakinzica.it/ristoranti-pisa-ristorante-da-gino-a-marina-di-pisa#comments Wed, 30 May 2012 15:19:52 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=8065 Ottimo ristorante di pesce, tra i migliori se non il migliore del litorale pisano. Fondato da Gino negli anni ’60 come luogo di ristoro per gli operai della Motofides di Marina si è fin da subito distinto per l’eccellente qualità della zuppa di pesce e “il fritto” tanto da attirare l’attenzione della stampa e della clientela più facoltosa. Oggi il figlio e il nipote del fondatore tengono le redini del Ristorante Da Gino mantenendo ben alta la bandiera della tradizione culinaria del ristoranta improntata su una cucina che predilige laqualità della materia prima alla cucina “sovracaricata” di sapori. Questo non significa certo che la cucina non sia di alto livello, ma come testimonia il pesce fresco che fa bella mostra di sé all’ingresso, l’attenzione primaria è riservata alla qualità. L’ambiente del ristorante non è pittoresco né particolare: un’ampia sala, piena di tavoli, illuminata di sera da luci un po’ troppo forti. Non è comunque un problema al Ristorante da Gino si va per mangiare il pesce: basta l’antipasto della casa, ben 5 portate tra cruditè, calameretti, mazzancolle, ostrica con succo di limone e polentina ai frutti di mare delicata. Sempre una garanzia è la frittura di pesce asciutta e tenera, così come i primi di mare (gli spaghetti allo scoglio, taglioni all’astice tanto per fare due nomi). Educato e paziente è il personale che serve ai tavoli che esordisce accogliendo i clienti con l’offerta di un aperitivo.

Solo ai “fondisti” si consigliano le tre portate. Per i degustatori normali, l’antipasto della casa e un primo e un secondo (magari una spigola o un’orata al vapore) sono più che sufficienti per alzarsi dal tavolo molto soddisfatti. Pollice su anche per i dessert (flan al cioccolato e semifreddo al croccantino su tutti). Abbondante ma non abbondantissima è la Carta dei Vini che non privilegia troppo le bottiglie di provenienza toscana. Le modalità di pagamento di questo ristorante pisano includono anche le carte di credito.

Prezzo medio (2 portate): 40 euro vino escluso
Specialità pesce

Ristorante Da Gino (Via Curzolari 2 località Marina di Pisa – Pisa)
Tel.   050/35 408
web www.daginoamarina.it

]]>
https://www.lakinzica.it/ristoranti-pisa-ristorante-da-gino-a-marina-di-pisa/feed 0
Pasticceria da Principe https://www.lakinzica.it/pasticceria-da-principe-a-pisa https://www.lakinzica.it/pasticceria-da-principe-a-pisa#comments Thu, 24 Nov 2011 18:32:51 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=13243 Principe è una pasticceria storica di Pisa posizionata in una zona “dileguata” del centro, vicina a piazza Vittorio Emanuele II e Corso Italia ma lontana da caos generato dal traffico pedonale.

Non lasciatevi ingannare dall’arredamento retrò in stile anni ’70: il piatto forte della Pasticceria Principe si trova posizionato sui piani della vetrina. Sono le paste o meglio le preparazioni dolciarie, come si dice a Pisa i “pezzi dolci”, tra le quali svettano le sfoglie. Disponibili in un buon numero di varianti (con ripieno di riso, crema, ananas, mela, cioccolato, o ricotta) o ancora vuota, le sfoglie di Principe sono tra le migliori sfornate a Pisa. Il momento migliore per gustarle è durante la mattinata, magari a colazione, quando sono appena tolte dal forno (anche se ovviamente la Pasticceria provvede a produrre nuove infornate di paste fino al primo pomeriggio) e hanno quella gustosa fragranza e quello tocco un po’ morbido e un po’ croccante che le rende il nemico numero uno della linea e della dieta. Folgoranti sono anche i budini al riso e gli occhi di bue, oltre alle bigné in formato tradizionale e mignon, alle brioche e ai croissant (o meglio i “Cornetti” come sono chiamati a Pisa).

Non mancano anche pezzi salati come brioche imbottite di formaggio e affattati, panini, gustosi sandwich alla crema di tonno o voulevant al formaggio e prosciutto o al wurstel. Il locale permette ovviamente di acquistare anche vassoi di paste da asporto.

Pasticceria da Principe
Via Gian Battista Queirolo, 1 Pisa
Tel. 050 25312

]]>
https://www.lakinzica.it/pasticceria-da-principe-a-pisa/feed 0
L’Artilafo https://www.lakinzica.it/ristoranti-pisa-artilafo https://www.lakinzica.it/ristoranti-pisa-artilafo#comments Tue, 22 Nov 2011 14:36:20 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=12154 Artilafo (Ristorante – Osteria)

Il locale si trova nella centrale via San Martino e rappresenta uno dei più importanti riferimenti culinari in città.
L’ambiente è accogliente e familiare grazie al susseguirsi di piccole stanze, diverse fra di loro e arredate con oggetti stravaganti, che creano un’atmosfera intima e piacevole. Molto curato e ricco di piante è il piccolo giardino, aperto solo in Estate.
Non esiste un vero e proprio piatto di punta per questo ristorante pisano, la piacevole particolarità dell’Artilafo è infatti la grande variabilità del menù, che si adatta ai prodotti di stagione grazie all’estro e alla bravura della cuoca Antonella. Dalla scrupolosa attenzione nella selezione delle materie prime, tese a valorizzare le prelibatezze locali, nascono delle gustose rivisitazioni dei piatti della tradizione toscana. l’Artilafo propone sempre un menù di terra e un altro di pesce, in cui si può scegliere tra flan e terrine, pappardelle e spaghetti alla chitarra rigorosamente fatti in casa, risotti e zuppette, bocconcini di pesce e selvaggina, dolci deliziosi.
Manca la carta dei vini ma si può fare affidamento su Bruno, che riesce a ben consigliare i clienti con abbinamenti azzeccati che si adattano a tutte le tasche. Buona e curata la cantina, ricca di etichette soprattutto italiane selezionate dal padrone di casa, sempre attento alle novità e ai piccoli produttori di qualità.
Negli ultimi anni Bruno e Antonella hanno deciso di trasformare in Osteria la prima sala a cui si accede al ristorante. I menù sono separati e i piatti proposti (come polenta, zuppa, stoccafisso, coniglio, trippa) sono più semplici, nella fattura e nella presentazione, rispetto a quelli del ristorante, ma ugualmente molto gustosi.
Si consiglia di prenotare soprattutto nel fine settimana. Il ristorante è aperto tradizionalmente quasi sempre solo per l’ora di cena.

Prezzo medio menù completo Osteria bevande escluse: 20 euro (per l’Osteria non si accettano carte di credito)
Prezzo medio menù completo Ristorante bevande escluse: 40 euro
Specialità: carne e pesce (con una leggere preferenza per la prima)

Artilafo
Via San Martino 33 Pisa
Tel. 050 27010
Giorno di chiusura Domenica
 


Visualizzazione ingrandita della mappa

]]>
https://www.lakinzica.it/ristoranti-pisa-artilafo/feed 0
Dante e Ivana https://www.lakinzica.it/ristoranti-pisa-dante-e-ivana-ristorante-tirrenia https://www.lakinzica.it/ristoranti-pisa-dante-e-ivana-ristorante-tirrenia#comments Thu, 17 Nov 2011 08:58:27 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=12522 Ristorante storico del litorale pisano, Dante e Ivana è da sempre un punto di riferimento per l’alta ristorazione, famigerato per la raffinatezza delle sue portate ma anche per i prezzi non proprio accessibili.

Da pochi anni il locale è stato rilevato da Daniele, figlio dei fondatori, che ha impresso una svolta significativa al ristorante: il menù fisso, che ha permesso a Dante e Ivana di proporre la sua cucina, ricca di sperimentazioni e rielaborazioni di piatti della tradizione, a prezzi molto più bassi e competitivi. Il menu, a base di pesce, è articolato su  tre antipasti, due primi, un secondo e due dessert e varia periodicamente. Una volta accolti nel locale, sobrio, raccolto ed elegante, con la cucina a vista, vi verrà chiesto se avete delle intolleranze o avversioni per alcuni cibi in modo da personalizzare le portate.
Gli ingredienti sono di prim’ordine e le porzioni minimali, ricchissima la carta dei vini e gustosa la scelta tra piatti atipici come la pappa al pomodoro con la bottarga, i ravioli di pesce con salsa di crostacei o i bocconcini di ricciola con porcini trifolati.

Se cercate un ristorante per andare a fare “la mangiata” avete sbagliato tutto. Da Dante e Ivana si va per fare un vero proprio viaggio culinario affidandosi alle buone mani dello chef che vi proporrà una gran varietà di piccoli assaggi raffinati arricchiti dalla  massima cura e attenzione nel servizio e nella presentazione delle portate.
In sintesi il livello della cucina e del servizio è da un ristorante da 80€ a persona ma si spende la metà. Un must tra i ristoranti di Pisa.

Prezzo medio: 35/40 € vino escluso
Specialità pesce

Dante e Ivana (Viale del Tirreno, 207/C – Tirrenia (Pisa)
Tel.050-32549
web www.danteeivana.com

]]>
https://www.lakinzica.it/ristoranti-pisa-dante-e-ivana-ristorante-tirrenia/feed 0
Gelateria De’ Coltelli https://www.lakinzica.it/gelateria-de%e2%80%99-coltelli-pisa-lungarno-pacinotti https://www.lakinzica.it/gelateria-de%e2%80%99-coltelli-pisa-lungarno-pacinotti#comments Thu, 03 Nov 2011 09:20:55 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=12127 Piccolo locale sobrio e poco appariscente molto diverso dalla “classica” gelateria moderna piena di luci e con gelati coloratissimi esposti in vetrina.
I gusti di questo presidio di prelibatezze sono nascosti al pubblico dentro dei cestelli: si bada infatti alla sostanza e non alla forma consapevoli della bontà del prodotto.
La materia prima dei gelati De’ Coltelli sono frutti e prodotti di stagione: in Autunno non si trova la fragola ma la crema di marroni. Spesso gli ingredienti sono di origine biologica e di provenienza locale, come il miele di spiaggia, il pinolo, il latte di pecora del Parco di San Rossore o la cioccolata del vicino De Bondt. I gusti sono leggeri e poco “pannosi”. In Estate si possono assaggiare vari gusti di frutta di ottima fattura come la susina rossa o la deliziosa granita all’anguria.
A volte gli accostamenti possono risultare un po’ eccentrici (per esempio pera con i Nibs o con il pepe rosa) ma risultano comunque squisiti come la fantastica crema allo zafferano. Anche la panna ha la sua dignità e viene servita alla maniera di una volta, anzichè provenire dalle moderne e infernali “slot machine”. Le simpatiche e gentili ragazze dietro al bancone offrono il gelato il giorno del compleanno se muniti di carta d’identità. Si può gustare il gelato o la granita a cavallo delle spallette in uno degli scorci più belli del Lungarno Pisano.
L’attenzione ai prodotti naturali ed il rispetto dell’ambiente trova espressione anche nel finale della degustazione, dove la raccolta differenziata si trasforma in un gioco di contenitori colorati per coppette, tovaglioli e palette.

Orario autunnale: da lunedì a giovedì e domenica dalle 12:00 alle 23:00; venerdì e sabato dalle 12:00 alle 24:00. La gelateria resta chiusa da novembre a febbraio per poi riaprire con orari più mattinieri consoni alla stagione.

Gelateria De’ Coltelli
Lungarno Pacinotti, 23 Pisa
Tel. 345 4811903
web www.decoltelli.it


Visualizzazione ingrandita della mappa

]]>
https://www.lakinzica.it/gelateria-de%e2%80%99-coltelli-pisa-lungarno-pacinotti/feed 0
Da Beni https://www.lakinzica.it/ristoranti-pisa-da-beni https://www.lakinzica.it/ristoranti-pisa-da-beni#comments Wed, 12 Oct 2011 15:45:23 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=8071 Ambiente raccolto, pochi tavoli (i coperti sono al massimo una trentina), una cucina sopraffina e molto raccontata. Questa è Da Beni ristorante di piazza della Pera di Damiano Lazzerini che descrive in modo appassionato e per certi versi pittoresco ogni singola portata del menù. Se si presta troppa attenzione il rischio è quello di ordinare tutti i piatti in lista. Non sarebbe però un azzardo: le portate della chef Sandra Biagioti hanno tutte come base ingredienti di ottima qualità provenienti per lo più dall’area locale, sono preparate in modo splendido e sono straordinariamente gustose.

Sono i piatti di pesce (spigole, dentici per lo più al vapore o al cartoccio) cucinato in modo “semplice” e con pochi ingredienti, in modo da preservarne il sapore originario, a costituire il marchio di fabbrica del locale. A questo si accompagnano altre prelibatezze come i filetti di mormora, ravioli alle verdure o a pesce, spaghetti agli scampi. Petto d’anatra, filetto, gustosi antipasti (sformatini, timballi, verdure ripiene,) e dessert (tra i quali la spettacolare crema calda con frutta e cioccolato) e altri piatti stagionali completano il menù.

Ricca è la carta dei vini, raccontata anche questa dal maitre del ristorante, che elenca numerose bottiglie “locali” pisane (anche di cantine immeritatamente poco note) e toscane.

Date le dimensioni e, l’affluenza, del locale la prenotazione è d’obbligo.

Prezzo 2 portate bevande escluse 30/35 euro
Specialità Pesce (soprattutto) e carne

Ristorante Da V. Beni
Piazza Chiara Gambacorti (o della Pera) 22
Tel. 050/25067


Visualizzazione ingrandita della mappa

]]>
https://www.lakinzica.it/ristoranti-pisa-da-beni/feed 0
La Buca https://www.lakinzica.it/ristoranti-pisa-la-buca-di-via-dazeglio https://www.lakinzica.it/ristoranti-pisa-la-buca-di-via-dazeglio#comments Wed, 12 Oct 2011 15:02:44 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=8069 Punto di riferimento da anni per i pisani amanti della cucina classica italiana, tanto durante il periodo “storico” di via Queirolo quanto in quello più recente della nuova sede di via d’Azeglio, il locale dello chef Carmine Jovine rappresenta l’ideale per chi apprezza i piatti a base di prodotti del territorio proposti con rigore e in modo da far risaltare al massimo i gusti originari.

I pasti sono serviti in una sala, dotata di un’illuminazione un po’ freddina. Il menù comprende i piatti del giorno (una decina tra primi e secondi) e i “classici” della casa e, da poco, anche un menù degustazione. Le specialità sono tanto i piatti di mare quanto quelli di carne con una leggera prevalenza dei primi: tra le portate “marittime” sono spettacolari le linguine ai calamaretti e le lasagnette di mare mentre tra i secondi la fa padrona la qualità del pesce (servito in crosta o al forno) e del baccalà.

Riguardo ai piatti di carne, la scelta, ben condivisibile, del ristorante è qualle di puntare su bistecche, lombate e tagliate di chianina e nell’offrire primi tradizionali (pappardelle ai porcini, ravioli di ricotta e spinaci, tortelli di “mucco pisano”) preparati con competenza.

Quando la stagione lo consente, la Buca propone anche varie portate a base di tartufo, servito sull’uovo al tegamino, insieme ai tagliolini o con la carne. Buona è la carta dei vini mentre è limitata la scelta dei vini a bicchiere. Sorbetti, crema catalana, torta di crema pasticcera completano la non abbondantissima scelta tra i dessert

Prezzo medio: due portate bevande escluse 25/30 euro
Specialità Carne e pesce

La Buca
via d’Azeglio 6
Tel. 050/24130
e-mail info@labucapisa.it
web www.labucapisa.it


Visualizzazione ingrandita della mappa

]]>
https://www.lakinzica.it/ristoranti-pisa-la-buca-di-via-dazeglio/feed 0
Braque Bistrò https://www.lakinzica.it/braque-bistro-a-pisa https://www.lakinzica.it/braque-bistro-a-pisa#comments Tue, 27 Sep 2011 12:28:21 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=8054 Il Braque Bistrò è situato in via mercanti, una traversa di Borgo Stretto. Ha solo quattro tavolini tondi, da due/tre persone ciascuno, circondati da sgabelli, un banco e una vetrina piena di salumi, affettati, formaggi. Alla piccolezza dell’ambiente corriponde però la prelibatezza della cucina in un locale che invita alla conversazione spesso condivisa con il titolare Augusto e la moglie che oltre a spiegare le singole portate si intrattengono gli ospiti raccontando aneddoti e descrivendo i piatti.

La denominazione francese testimonia il tipo di cucina offerta che punta su prodotti locali e toscani e piatti italiani rivitalizzati al gusto e al “sapore” francese.
Le portate sono elencate in una lavagna: immancabili sono l’urlo di Braque (crostino con velo di lardo di colonnata, stracciatella, acciuga e olio), gli assaggi di pesce azzurro, le terrine di oca o salmone affumicato, l’ottima bottarga (di muggine) con ceci e pomodori, la tagliata (“roastfish”) di tonno al vapore arricchita dalla tartarre di cipolle di Tropea.

Molto gradevoli risultano anche il piatto di formaggi con composte, quello con paté di fois gras e il Bracque Gourmand (formaggi, salumi, acciughe e crostini).
Notevoli sono anche i dolci (budini al cioccolato, crema con le fragole,

Il locale non prevede il pagamento tramite bancomat o carte di credito né la prenotazione: la fila per un posto disponibile merita l’attesa.
Prezzo medio
due portate bevande escluse: 25 euro.
Specialità pesce

Braque Bistrò
via Mercanti 15
Pisa

Visualizzazione ingrandita della mappa

]]>
https://www.lakinzica.it/braque-bistro-a-pisa/feed 0
Ristoro al Vecchio Teatro https://www.lakinzica.it/ristoro-al-vecchio-teatro https://www.lakinzica.it/ristoro-al-vecchio-teatro#comments Tue, 27 Sep 2011 11:43:24 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=8052 Si va Al Vecchio Teatro non per ordinare portate da un menù come si farebbe in qualunque altro locale ma per farsi servire da Giovanni che offre corposi assaggi di piatti preparati secondo antiche ricette storiche pisane.
Si parte allora con gli antipasti, tra i quali svettano l’eccellente polpo con i ceci e le cozze ripiene, oltre alla focaccia pisana, alla cecina alle vongole e alla bruschetta con l’olio “novo”.

Per primo viene proposto un tris che comprende in genere il risotto alba marina (portata semplicemente straordinaria preparata secondo la ricetta, ideata dalla mamma di Giovanni, custodita ancora oggi nel più assoluto riserbo), …i tortelli o meglio le noci del capitano al raggio di luna  (ravioli ripieni di branzino al sugo di astice). Il terzo piatto varia: può essere lo spaghetto al nero di seppia, gli spaghettini sulle arselle o un’altra pietanza preparata con prodotti stagionali.

I secondi  invece sono basati sugli assaggi della coppia composta da patate ripiene con scorfano e  dai gamberoni “incamiciati” con il lardo di Colonnata.
A seconda della disponibilità le sorprese sono rappresentate dal bordatino (ottimo) e dal baccalà.
Primo e secondo sono accompagnati da vini bianchi toscani (in prevalenza Vernaccia di san Gimignano e Vermentino).
Dopo il tris di dolci, la degna conclusione della cena è un bicchiere di Brodo di Giuggiole, che è più di una variante “aromatica” del ponce alla livornese, e la cui ricetta è gelosamente custodita da Giovanni.

Date le dimensioni del locale, piccolo e accogliente, e il fatto che le portate del menu tradizionale  sono preparate intorno alle 20:00 si consiglia di prenotare per le 20 e trenta. Per gustare al meglio e in abbondanza le portate, si consiglia altresì di prenotare al vecchio teatro per una compagnia di al massimo sei persone.

Prezzo medio (menu del vecchio teatro) bevande escluse 35 euro
Specialità pesce

Ristoro Al Vecchio Teatro
Via Collegio Ricci, 2 Pisa
Tel. 050 20210


Visualizzazione ingrandita della mappa

]]>
https://www.lakinzica.it/ristoro-al-vecchio-teatro/feed 0
Osteria Bernardo https://www.lakinzica.it/osteria-bernardo-pisa https://www.lakinzica.it/osteria-bernardo-pisa#comments Mon, 19 Sep 2011 17:05:23 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=8043 L’Osteria da Bernardo vanta un servizio eccellente, una cucina di livello e prezzi equilibrati: caratteristiche che è difficile riscontrare tutte insieme nella ristorazione.
La presentazione delle portate è estremamente curata e le porzioni sono “giuste”: né abbondanti né minuscole.
Dopo aver degustato l’aperitivo di benvenuto, si dà un’occhiata al menù che presenta portate sia di pesce sia di carne che cambiano a seconda della stagione. Tra gli antipasti si può scegliere tra quelli più tradizionali (come la selezione di salumi o il trittico di “pecorini” toscani) a soluzioni più sfiziose (il flan di verdure) o ancora più ardite ma sempre gustose (eccellenti sono il Blinis di castagne con salmone marinato e le Capesante gratinate con bottarga di muggine).

I primi prevedono piatti  di pesce (i classici spaghetti allo scoglio o gli inconsueti taglioni neri ai cannolicchi) e di carne (i “validi” tacconi allo stracotto d’anatra o il pregevole timballetto sfogliato al ragù bianco di coniglio) oltre alla classica zuppa del giorno.
Tra i secondi si annoverano portate per tutte le stagioni ma cucinati con perizia come per esempio la tagliata, il pesce del giorno, cosciotto di maialino arrosto e il piatto forte: Scrigno di suove taurilla: un sorprendente panino imbottito di verdure e di un mix di carni (agnello, manzo e maiale).

Non fornitissima  è la carta dei vini che invita comunque alla scoperta per la presenza di curiose e valide “bottiglie” atipiche.

Flan al cioccolato, tarte tatin e castagnaccio sono alcuni dei gustosi dolci con i quali terminare la cena o il pranzo.

Date le dimensioni del locale, che non è grandissimo, è caldamente consigliata la prenotazione.

Prezzo medio due portate bevande escluse 20-30 euro.
Specialità di terra e di mare.

Osteria San Bernardo
Piazza San Paolo all’Orto, 1 – 56127 Pisa (PI)
Tel. 050575216 – Fax: 050575216
E-mail info@osteriabernardo.it
Web www.osteriabernardo.it


Visualizzazione ingrandita della mappa

]]>
https://www.lakinzica.it/osteria-bernardo-pisa/feed 0
Da Cucciolo https://www.lakinzica.it/trattoria-da-cucciolo https://www.lakinzica.it/trattoria-da-cucciolo#comments Mon, 19 Sep 2011 16:53:35 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=8039 Nascosto in una viuzza (o meglio in un chiasso) del quartiere di San Martino, questa trattoria  dedicata al più piccolo dei sette nani è in realtà uno dei migliori esempi di cucina tradizionale pisana presenti in città.

Zuppa, minestrone di riso, trippa, baccalà fritto, stoccafisso in umido, “polpetti” in guazzetto  sono un tuffo nel passato della cucina semplice e verace di una volta e fatta di pietanze cucinate con i prodotti del territorio.
Consigliatissimi sono i tagliolini al sugo di carne del mucco pisano tra i primi e il baccalà coi porri tra i secondi.

Il locale non è grandissimo, la sala è semplice ma accogliente e ospita una trentina di coperti. La prenotazione perciò è caldamente consigliata.
Riguardo al servizio occorre avere un po’ di pazienza perché tutte le portate sono espresse e “l’ambiente” è “familiare”.
La carta dei vini è piuttosto limitata e comprende una selezione di rossi e bianchi in prevalenza toscani.
Se volete mangiare degli onesti piatti pisani a prezzi modici, in un ristorante vero che non sbandiera l’inflazionata scritta “cucina tipica” all’ingresso, questo è il posto dove andare. Se siete alla ricerca di portate più sofisticate, piatti di “novelle cousine” e di un servizio impeccabile rivolgetevi altrove.

Prezzo medio due portate bevande escluse 15-20 euro
Specialità carne e pesce

Da Cucciolo
Vicolo Rosselmini 9, Pisa
Telefono: 050-26086


Visualizzazione ingrandita della mappa

]]>
https://www.lakinzica.it/trattoria-da-cucciolo/feed 0