La Kinzica » Valdera http://www.lakinzica.it Magazine di informazione turistica e culturale su Pisa e Provincia Mon, 09 May 2016 16:58:55 +0000 en-US hourly 1 http://wordpress.org/?v=4.3.4 Il mio lavoro democratico https://www.lakinzica.it/mostre-pisa-il-mio-lavoro-democratico-maurizio-biagini-museo-piaggio https://www.lakinzica.it/mostre-pisa-il-mio-lavoro-democratico-maurizio-biagini-museo-piaggio#comments Tue, 29 Apr 2014 14:19:05 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=42741 “Il mio lavoro democratico”, la mostra dedicata a Maurizio Biagini in programma al  Museo Piaggio dal 2 al 25 Maggio

“Il mio lavoro democratico”, la mostra dedicata a Maurizio Biagini in programma al Museo Piaggio dal 2 al 25 Maggio

Dal 2 maggio al 25 maggio il Museo Piaggio di Pontedera sarà sede della mostra di pittura  “Il mio lavoro democratico”. L’esposizione è dedicata a Maurizio Biagini e presenta un percorso completo di circa quaranta opere realizzate dall’artista originario di Livorno dal 2009 ad oggi.

Maurizio Biagini passa con disinvoltura dalla pittura d’azione all’arte concettuale,in rappresentazioni nelle quali si alternano bianco e nero, luce e ombra, positivo e negativo. Le opere di Biagini sono percepiti dall’osservatore in modo “diretto” e riflettono una certa malinconia dolente, la necessità di raccontare e l’alternarsi di delusioni e speranze. Tratto istintivo, colori irriverenti e carichi di energia, influenza nella raffigurazione di Warhol e della Pop-Art, attenzione al dramma della vita e degli episodi e richiami alla transavanguardia e alla nuova figurazione connotano lo stile dell’artista livornese.
Organizzata dalla Fondazione Piaggio la mostra Pisana è patrocinata dal Comune di Pontedera e realizzata in collaborazione con Casa d’Arte San Lorenzo. L’esposizione è a ingresso libero da effettuarsi nel seguente orario : dal martedì al venerdì 10-18, sabato 10-13 e 14-18 e nella seconda e quarta domenica del mese dalle 10 alle 18.

 

“Il mio lavoro democratico” –  Museo Piaggio Giovanni Agnelli  viale R. Piaggio 7 – Pontedera

Per informazioni
Museo Piaggio
tel. 0587 27171
web www.museopiaggio.it

 

]]>
https://www.lakinzica.it/mostre-pisa-il-mio-lavoro-democratico-maurizio-biagini-museo-piaggio/feed 0
Un ponte tra Pisa e Santa Croce sull’Arno https://www.lakinzica.it/mostre-pisa-moataz-nasr-the-journey-of-a-griffin-villa-pacchiani-harmonia-centro-sms https://www.lakinzica.it/mostre-pisa-moataz-nasr-the-journey-of-a-griffin-villa-pacchiani-harmonia-centro-sms#comments Mon, 02 Dec 2013 12:13:31 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=40030 Moataz Nasr l'artista egiziano protagonista della doppia mostra a Pisa

Moataz Nasr l’artista egiziano protagonista della doppia mostra a Pisa

Il  Centro Espositivo SMS di Pisa e Villa Pacchiani di Santa Croce sull’Arno dedicano dal 7 dicembre al 9 febbraio una “doppia” mostra-evento a Moataz Nasr battezzata “Un ponte tra Pisa e Santa Croce sull’Arno” per un’iniziativa curata da Ilaria Mariotti, realizzata dal Comune di Pisa e dal Comune di Santa Croce sull’Arno, finanziata dalla Regione Toscana in collaborazione con  Galleria Continua  San Gimignano / Beijing / Le Moulin e Associazione Arte Continua, Gruppo Argol Villanova, Piaggio & C S.p.A., Renato Corti S.p.A., Visual Computing Laboratory e  Istituto di Scienza e Tecnologie dell’Informazione  del Consiglio Nazionale delle Ricerche.
Le opere che Moataz Nasr concepisce appositamente per il Centro Espositivo SMS San Michele degli Scalzi a Pisa  sono il frutto di mesi di sopralluoghi e confronti con il luogo e le comunità che ospitano l’evento. Pisa, con il ricco passato da Repubblica Marinara, viene interpretata come luogo di passaggio di persone e cose provenienti dall’area islamica,  o a questa ispirati, che fanno parte dell’identità della città. Moataz Nasr parte così da alcune opere d’arte di provenienza islamica presenti a Pisa, come il grifo bronzeo conservato oggi al Museo dell’Opera del Duomo. Il Centro Espositivo SMS ospita dunque “Harmonia” installazione nella quale Moataz Nasr trasferisce in elementi simbolici (l’ottagono figura simbolica presente nella decorazione del Battistero e tra i simboli più antichi)  un oggetto-mezzo di locomozione (la Vespa della Piaggio) utilizzato quotidianamente dalle persone per spostarsi.

Santa Croce sull’Arno è una comunità fatta da persone provenienti da parti diverse del mondo e con religioni, culture e immaginario diversi. Villa Pacchiani ospita così “THE  journey of a Griffin” una scultura in cuoio che ruota attorno al grifo animale mitologico frutto dell’”assemblaggio” di tante nature diverse. I segni di augurio che reca sul petto scritti in caratteri cufici lo rendono dono beneaugurale per l’incontro tra popoli e culture.

Il progetto mette in evidenza alcuni tratti salienti della ricerca aristica dell’autore egiziano: il multiculturalismo e la propensione a considerare la cultura un elemento fluido e  l’attenzione al presente.

Moataz Nasr vive e lavora al Cairo. Autodidatta irrompe sulla scena artistica internazionale nel 2001, vincendo il Gran Premio alla 8° Biennale Internazionale del Cairo. Partecipa poi alla Biennale di Venezia (2003), di Seul (2004), di Sao Paulo (2004), alla Triennale di Yokohama (2005), e alle rassegne collettive a Dusseldorf (Africa Remix Kunst Palast, 2004) a Londra  (Hayward Gallery 2005) Parigi (Centre Pompidou, 2005), Tokyo (Mori Art Museum, 2006) e Melbourne (Monash University Museum of Art 2006). Tra le personali delle quali Moataz Nasr è stato protagonista si ricordano quelle a Dubai, Oslo, Torino, Jeddah, Sorrento, Copenhagen e Aix-en-Provence. Per quanto riguarda le mostre pisane dedicate a Moataz Nasr, quella a Villa Pacchiani (“THE journey of a Griffin”) sarà inaugurata il 7 dicembre alle ore 17:00 e sarà visitabile dal venerdì alla domenica dalle 16:00 alle 20:00, mentre per quella al Centro Espositivo SMS (“Harmonia”) il vernissage è fissato sempre il 7 dicembre ma alle 20:30 ed è visitabile il venerdì dalle 16.00 alle 19.00 e il sabato e la domenica dalle 11:00 alle 19:00. ;

Moataz Nasr “THE journey of a Griffin” e “Harmonia” – 7 dicembre /9 febbraio Villa Pacchiani (Piazza Pier Paolo Pasolini Santa Croce sull’Arno) e  Centro Espositivo SMS (Viale delle Piagge Pisa)

]]>
https://www.lakinzica.it/mostre-pisa-moataz-nasr-the-journey-of-a-griffin-villa-pacchiani-harmonia-centro-sms/feed 0
Parco Preistorico di Peccioli https://www.lakinzica.it/monumenti-pisa-parco-dei-dinosauri-peccioli https://www.lakinzica.it/monumenti-pisa-parco-dei-dinosauri-peccioli#comments Thu, 02 Aug 2012 09:56:46 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=25639 Tredici anni prima del romanzo Jurassic Park di Michael Crichton, sedici anni prima dell’omonimo film di Steven Spielberg, 23 anni prima del lungometraggio “Dinosauri” della Disney e ben prima della moda “contemporanea” legata agli antichi e gigantechi abitanti della Terra, i Dinosauri erano al Parco Preistorico di  Peccioli.

Nel 1977 infatti Guido e Paolo Ghironi, costruirono dei modelli in scala naturale di cinque dinosauri nella collina acquista dal padre, ex artista del circo una volta ritiratosi a vita privata si  trasferì a Peccioli acquistando due ettari di terra dove costruiì la casa per sé e i suoi figli.  Tale collina era ricca di conchiglie, di strane impronte, di resti fossili: i segni dell’evoluzione della natura.
Da quei primi ritrovamenti venne l’intuizione di mostrare quei  tesori del passato arricchendoli con un itinerario di ricostruzioni al tempo stesso didattico e spettacolare secondo la tradizione circense.  Era appunto il 1977 e con i primi cinque “modelli” nasceva il Parco Preistorico di Peccioli. Nel corso degli anni i fratelli Ghironi hanno perfezionato la loro tecnica e realizzato altri dinosauri: oggi sono venti i giganti che popolano il parco che comprende anche un vulcano che erutta palline colorate e una caverna che riproduce uno scorcio di vita al tempo dell’Homo Erectus vissuto un milione e mezzo di anni fa.

Tra i Dinosauri c’è il vorace Tirannosauro Rex, il placido ma mastodontico Brontosauro (Apatosauro), il curioso Triceratopo, lo Stegasauro con le sue placche a  forma di freccia,  il dimetrodonte con la sua gigantesca pinna, il Ranforinco il dinosauro volante dalle ali sottili e dalla mascella lunga piena di denti accuminati. C’è poi il brachiosauro del giurassico superiore, che per le sue enormi dimensioni risulta essere il modello di dinosauro più grande attualmente ricostruito in Europa.

L’interno del Parco Preistorico dispone di un’area picnic, mentre all’esterno è presente un’ampia zona parcheggio e uno spazio giochi con giostre per bambini.

L’ingresso al Parco Preistorico prevede un biglietto di accesso di 4 euro a persona in alta stagione (1° Aprile – 31 Agosto). L’orario di apertura è dalle 9:00 alle 19:00 per ogni giorno dell’anno. In bassa stagione (1° Settembre – 31 Marzo con orario, ogni giorno, dalle 9:00 alle 18:00) gli adulti pagano 4 euro e i bambini 3 euro. Sono previsti sconti del 25% sul prezzo del biglietto per i titolari di carte Amicotreno, Touring Club Italiano, Unicredit Banca Genius Clienti +1, Enel Club e di altre tessere di enti, aziende e associazioni.

La gigantesca ricostruizione del Brachiosauro al Parco Preistorico di Peccioli Il "verde" del Parco Preistorico di Peccioli L'inquietante riproduzione del Tirannosauro Rex al Parco Preistorico Il Vulcano artificiale del Parco Il minaccioso Triceratopo Il grande Brontosauro

Parco Preistorico – via dei Cappuccini Peccioli

Per informazioni
Parco Preistorico
tel. 0587.636030
e-mail parcopreistorico@libero.it
web www.parcopreistorico.it

 


Visualizzazione ingrandita della mappa

]]>
https://www.lakinzica.it/monumenti-pisa-parco-dei-dinosauri-peccioli/feed 0
Il Parco e Villa Baciocchi https://www.lakinzica.it/monumenti-pisa-villa-baciocchi-e-museo-civico-zoologico-capannoli https://www.lakinzica.it/monumenti-pisa-villa-baciocchi-e-museo-civico-zoologico-capannoli#comments Tue, 31 Jul 2012 10:00:08 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=25522 Villa Baciocchi è una dimora settecentesca che si trova nel centro di Capannoli. Edificata dalla famiglia Bourbon del Monte Santa Marina (una delle più importanti famiglie del principato Mediceo) la villa in stile neoclassico sorge dove un tempo si trovava il castello citato fin dal IX secolo e appartenuto ai Gherardesca. Nel 1833 fu acquistata dalla Famiglia Baciocchi (i ritratti del Conte Felice Baciocchi e della moglie Elisa Bonaparte, sorella di Napoleone, campeggiano nelle pitture murali presenti in alcune sale) ed è oggi di proprietà comunale.

 

Annesso alla dimora è il parco fu ideato, nella seconda metà dell’Ottocento, da Luigi Bellincioni che progettò il giardino arricchendolo di grotte “rustiche” ed edifici neogotici. Questo ammirevole spazio verde raccoglie oggi 12 alberi monumentali (contrassegnati da didascalie che ne illustrano le caratteristiche) tra i quali svetta (e proprio il caso di dirlo) una sequoia canadese e piante secolari com il bambù e il tasso oltre ad altre 160 specie di varia provenienza.

L’interno del monumento pisano ospita il Museo Archeologico l’interessante Museo civico zoologico. Il primo è un percorso didattico e conserva ceramiche, monete ed elementi lapidei. Tra i reperti di rilievo si segnalano il corredo della tomba etrusca Monte Vaso e “materiali neolitici” rinvenuti nel territorio di Pontedera.

Il Museo civico zoologico, fondato nel 1997, presenta invece cinque sale nelle quali sono esposti (330) animali tassidermizzati: invertebrati, mammiferi, uccelli, rettili e pesci provenienti da tutto il mondo. Della collezione fanno parte anche una raccolta di uccelli, una raccolta di farfalle, un affascinante Leopardo nebuloso e un curioso “gatto marmorizzato”.

Il giardino è sempre aperto, mentre il museo e e il centro di documentazione sono visitabili gratuitamente secondo il seguente orario: da lunedì alla domenica dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 18:30 (martedì chiuso); orario estivo (da aprile a fine settembre) da lunedì a domenica dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 16:00 alle 19:00.

Lo splendido parco "verde" di Villa Baciocchi a Capannoli L'esterno di Villa Baciocchi a Capannoli Gli animali del Museo civico zoologico di Villa Baciocchi Il museo civico zoologico con l'ampia collezione di animali tassidermizzati Le archetetture "rustico-gotiche" del Parco di Villa Baciocchi Uno scorcio del Parco di Villa Baciocchi La "terrazza verde" del Parco di Villa Baciocchi Alcune delle ricostruzioni del Museo Archeologico di Villa Baciocchi Alcuni dei maestosi alberi del Parco di Villa Baciocchi

Villa e Parco Baciocchi (Piazza Castello 1/a Capannoli)
Tel: 0587 607035; 0587 606611 (Comune di Capannoli)
 


Visualizzazione ingrandita della mappa

]]>
https://www.lakinzica.it/monumenti-pisa-villa-baciocchi-e-museo-civico-zoologico-capannoli/feed 0
Casciana (Terme) Cultura https://www.lakinzica.it/eventi-pisa-casciana-cultura-2012-casciana-terme https://www.lakinzica.it/eventi-pisa-casciana-cultura-2012-casciana-terme#comments Thu, 23 Feb 2012 11:01:17 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=18730 Gli incontri con gli scrittori toscani a Casciana Cultura

Gli incontri con gli scrittori toscani a Casciana Cultura

Dopo l’edizione estiva del 2011, torna nell’inverno (e primavera) 2012 Casciana Cultura, la ressegna organizzata in collaborazione tra il Comune di Casciana Terme e le Terme che prevede appuntamenti con la letteratura e la lettura nello splendido stabilimento termale. La manifestazione è stata battezzata “I Toscani che mettono in riga” a testimonianza del fatto che gli scrittori protagonisti degli incontri hanno tutti origine toscana.

Il primo appuntamento è per il 25 febbraio quando Marco Malvaldi presenterà il suo ultimo romanzo, “La Carta più alta” (13 euro, Sellerio Editore), già in testa alle classifiche di vendita italiana. Tornano Pineta, il BarLume la combriccola dei vecchietti terribili, nonno Ampelio il Rimediotti Aldo e il Del Tacca, fedeli avventori del bar gestito da Massimo con la procace Tiziana, tutti alla prese con un nuovo “caso” : quello di un vecchio proprietario di una villa che non sarebbe morto di un male naturale ma sarebbe stato ucciso…

Il secondo appuntamento è con il 17 marzo con Michele Taddei autore  “Siamo onesti! Bettino Ricasoli, il Barone che volle l’Unità d’Italia” (14 euro Mauro Pagliai Editore): un saggio sul patriota e politico, sindaco di Firenze e secondo presidente del Consiglio italiano dopo Cavour. Dopo il suo secondo governo, pur rimandendo un esponente di punta della Destra Storica Ricasoli si dedicò in prevalenza a gestire il Castello di Brolio e le sua altre proprietà. Il libro indaga proprio la rivoluzionaria competenza vitivinicola del Ricascoli al quale si deve la formula del Chianti alla quale si è ispirato il disciplinare di produzione del celebre DOCG italiano.

Il 24 marzo alle Terme di Casciana arriva Pietro Grossi, già autore dell’apprezzata  raccolta di racconti “Pugni”, per presentare “Incanto” (19 euro Mondadori): un romanzo di formazione/introspezione psicologica che racconta la nascita dell’amicizia tra tre ragazzi (Greg, Jacopo e Biagio)  che poi dopo essersi persi per i percorsi della vita si ritrovano da adulti per i giochi del destino…

L’ultimo scrittore in arrivo a Casciana Cultura è  Fabio Genovesi (31 marzo). L’autore presenta la nuova edizione di “Versilia Rock city”  (17 euro Mondadori) edito a suo tempo (nel 2008) da Transeuropa. Si tratta di un romanzo atipico per la letteratura italiana: una storia corale di quattro persone (quattro falliti secondo diversi punti di vista) ambientata nella Versilia che non si vede, quella invernale: Nello ex-musicista ed ex-tossicomane in cerca di riscatto, Mario che ricorda i bei tempi andati rinchiuso in casa a scaricare film, Renato che ha un lavoro di cui non va orgoglioso e l’avvocatessa Rossella che non ha mai superato il fatto di avere umili origini. Le storie dei quattro si sviluppano e si intrecciano tra loro, dando luogo a esiti bizzarri e tratteggiando la tragicomica debolezza che attanaglia spesso l’esistenza umana.

Tutti gli incontri dell’evento pisano Casciana Cultura iniziano alle ore 18:00 e sono a ingresso libero.

Casciana Cultura “I toscani che mettono in riga” – 25 febbraio e 17, 24 e 31 marzo Terme di Casciana Terme  (piazza Garibaldi 9 Casciana Terme)

 

Per informazioni
Comune di Casciana Terme
Tel. 0587/644411
web www.comune.cascianaterme.pi.it

 

]]>
https://www.lakinzica.it/eventi-pisa-casciana-cultura-2012-casciana-terme/feed 0
Pontedera e Buti unite nel teatro https://www.lakinzica.it/stagione-di-prosa-teatro-era-pontedera-e-teatro-di-bartolo-buti https://www.lakinzica.it/stagione-di-prosa-teatro-era-pontedera-e-teatro-di-bartolo-buti#comments Fri, 30 Dec 2011 17:57:55 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=15924

Preparatio mortis di Jan Fabre, in scena al Teatro Era di Pontedera a Marzo 2012

di Elena Di Stefano

Pontedera e Buti uniscono le forze sotto il segno del teatro, grazie alla collaborazione tra il Teatro Era di Pontedera e il Teatro Francesco di Bartolo di Buti. Tra gennaio e aprile 2012 i due teatri offrono ai loro spettatori una stagione congiunta con ben diciotto spettacoli di molte tra le più interessanti realtà del panorama toscano, italiano e internazionale, che hanno in comune qualità, originalità e messaggi forti.

Il cartellone si apre con dei classici del Novecento: La resistibile ascesa di Arturo Ui di Brecht, interpretato dal veterano del teatro Umberto Orsini (8 gennaio, Teatro Era) e La morsa di Pirandello nella messa in scena di Sandro Lombardi e Arturo Cirillo (10 gennaio, Teatro Di Bartolo). Gennaio si chiude con la presenza la coppia artistica d’eccezione Ennio Fantastichini e Isabella Ferrari e febbraio si apre con la compagnia Ricci/Forte, sulla cresta dell’onda nel teatro di ricerca di ultima generazione, che presenta Grimmless, una curiosa rivisitazione delle fiabe dei fratelli Grimm (6 febbraio, Teatro Di Bartolo).

Tra i vari appuntamenti, Buti ospita una sorta di piccola retrospettiva sul gruppo pisano i Sacchi di Sabbia, con i tre spettacoli Don Giovanni, Primi appunti su L’invasione degli ultracorpi e la sacra rappresentazione in cartoon Abram e Isac (12, 18 e 19 febbraio). Altri nomi di spicco quelli di Marco Paolini (in Itis Galileo il 23 febbraio al Teatro Era), Emma Dante con l’intrigante spettacolo Gli alti e bassi di Biancaneve (26 febbraio, Buti), il grande interprete Glauco Mauri (1 marzo) e l’affascinante Sonia Bergamasco, brava attrice teatrale e volto noto del cinema (La meglio gioventù di Marco Tullio Giordana) (3 marzo).  Appuntamento da non perdere il 9 e 10 marzo: torna al Teatro Era il dissacrante e acclamato Jan Fabre, ritenuto uno dei più interessanti artisti contemporanei (è coreografo, regista, scrittore, artista visivo), con Preparatio mortis, un lavoro che affronta di petto il tabù della morte (spettacolo fuori abbonamento, prenotazione obbligatoria).

E ancora: Carlo Cecchi nella doppia veste di regista e interprete di due atti unici dell’autore inglese cult Mark Ravenhill (15 Marzo,  Buti), la gran dama della scena Franca Valeri che porta in scena la sua stessa vita (22 marzo, Teatro Era). L’acclamata Societas Raffaello Sanzio arriva a Buti con il sermone drammatico Il regno profondo e un altro artista amico di Pontedera, César Brie, torna con l’emozionante spettacolo Karamazov, da Dostoevskij (31 marzo). Non mancano le produzioni dei padroni di casa, Pontedera Teatro e Teatro di Buti, con lavori su De Filippo, Checov e Koltes.

Programma completo: scarica l’allegato

Biglietti

Teatro Era
Intero € 20, ridotto € 18, ridotto studenti universitari € 10.
Abbonamento nominale a 7 spettacoli con posto fisso assegnato: intero € 112, ridotto € 98, ridotto studenti universitari € 60.
Abbonamento nominale a 3 spettacoli a scelta senza assegnazione del posto fisso valido per spettacoli in e fuori abbonamento: prezzo unico € 50.
Riduzioni: under 18 e over 60, ARCI, ACLI, ENDAS e altre associazioni convenzionate.

Teatro Francesco di Bartolo
Intero € 12, ridotto € 10, ridotto studenti universitari € 10.
Abbonamento tutti gli spettacoli con posto fisso assegnato: intero € 75, ridotto € 65

Riduzioni per gli abbonati del Teatro Era per gli spettacoli e abbonamenti al Teatro Francesco di Bartolo e viceversa.

Informazioni
Teatro Era
Via indipendenza, Pontedera (PI)
Tel. 0587.55720/57034
E-mail: info@pontederateatro.it
Web: www.pontederateatro.it

Teatro Francesco di Bartolo
Via Fratelli Disperati 4, Buti (PI)
Tel. 0587 724548
E-mail: teatrodibuti@teatrodibuti.it
Web: www.teatrodibuti.it

]]>
https://www.lakinzica.it/stagione-di-prosa-teatro-era-pontedera-e-teatro-di-bartolo-buti/feed 0
Fiabesque, la festa delle fiabe https://www.lakinzica.it/eventi-pisa-fiabesque-2011-peccioli https://www.lakinzica.it/eventi-pisa-fiabesque-2011-peccioli#comments Tue, 13 Dec 2011 15:09:40 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=14986 Fiabesque a Peccioli

Fiabesque a Peccioli

Le strade e le piazze di Peccioli si animeranno di spettacoli, danze, presentazioni letterarie nei giorni 18 e 26 Dicembre 2011 e 6, 7, 8 Gennaio 2012 quando si terrà Fiabesque: la manifestazione fatta di teatro, musica e di intrattenimento a tema fiabesco dedicata a bambini ragazzi e adulti. Lungo le strade del centro storico, in piazza del Popolo e in piazza Domenico da Peccioli si alterneranno artisti, mentre le bande musicali sfileranno per le vie, quadri viventi popoleranno corso Matteotti e via Roma e mostre saranno allestite al Palazzo Belvedere (il calendario degli eventi è scaricabile da questo link).

Tra queste ultime  si segnalano “Piccola storia di trasparenze” (epigrammi onirici su Pinocchio), “Miti di effimera luce” (miti, fiabe e scenografie luminose) e “Coriondolo” (viaggio tra creature immaginarie). Incluso nel calendario della manifestazione è anche un contest di Danza al quale parteciperanno alcune scuole toscana di danze gli allievi delle quali eseguiranno in piazza del Popolo spettacoli ispirati al tema della fiaba: il 18 Dicembre tocca a Art’inte di Carmignano (Prato) e allo spettacolo di elfi e ballerini “La bottega fantastica”, il 26 dicembre a Pontedera Danza e al ballo “circense” “circo…che Danza”, il 6 Gennaio a Axe Ballet ai quadri fantastici de “La montagna incantata” e l’8 Gennaio gran conclusione con “Tableaux en Danse” piccole scene fiabesche di danza di Axe Ballet e Pontedera Danza.

Di particolare interesse sono gli spettacoli illumino-tecnica di LuminaFiaba: animazioni ed effetti proiettati sugli edifici del centro-storico sfruttando luci e ombre e le caratteristiche (architetture, angoli e soggetti fisici) di uno “schermo” vivo.
Non potevano mancare presentazioni di libri per bambini, organizzate nei giorni di Fiabesque alla Pasticceria Ferretti. Si parte il 18 dicembre con “il Bruco Verde” (fiabe e racconti per grandi e piccolo, ArtEvenBook Edizioni) e “Giacomino nella valle del silenzio (ArtEvenBook Edizioni), si continua il 26 Dicembre con  “Il gioco del Ponte” (racconto tra storia e divertimento della manifestazione storica, Felici Editore) e si termina con “Le mie fiaba africane” (il 6 e 8 Gennaio).

Oltre a laboratori numerosi sono gli spettacoli organizzati da artisti di strada per le vie di Peccioli: il 26 (in via Roma n° 24) le Avventure di Puck il folletto (alle 16:00, 16:40, 17:15, 17:50, 18:30, a cura di Al canto del Fuoco) e a Palazzo Belvedere “L’ultima principessa – La storia di Shahrazad” (alle 15:50, 16:30, 17:10, 17:45, 18:30 sempre a cura di Al canto del Fuoco), il 6 Gennaio al Club 2000 (Via del giardino, n. 4 ) “Aiko e l’Orso della luna bianca” (spettacolo di narrazione e teatro d’ombre alle 15:45 e 17:15 a cura di Le Strologhe) e l’8 gennaio R&G  in piazza del Popolo, parodia e farsa teatrale della tragedia di Shakespeare.

Per gli appassionati di cinema c’è Cartoon Night (il 7 gennaio alle 21:00 presso il Centro Polivante) incontri con i protagonisti del cinema di animazioni. Tra gli ospiti Marco Regina character animator di Dreamworks che ha lavorato alla serie Shrek e a King fu Panda 2.

Fiabesque8 e 26 Dicembre 2011 e 6, 7, 8 Gennaio 2012 Peccioli

Per informazioni
e-mail info@fiabesque.org
web www.fiabesque.org

 

]]>
https://www.lakinzica.it/eventi-pisa-fiabesque-2011-peccioli/feed 0
Piccoli Fuochi a Teatro https://www.lakinzica.it/piccoli-fuochi-rassegna-teatro-di-buti https://www.lakinzica.it/piccoli-fuochi-rassegna-teatro-di-buti#comments Thu, 15 Sep 2011 16:46:51 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=7566

Scena da uno spettacolo del Teatro di Buti

di Elena Di Stefano

Si è aperta il 13 Settembre e prosegue fino al 1 Ottobre la rassegna d’autore Piccoli Fuochi, che il Teatro di Buti (Pisa) organizza ogni anno come anteprima della stagione teatrale. I sei spettacoli proposti sono accomunati dall’originalità drammaturgica e dalla forza delle riflessioni che stimolano e spaziano dal monologo letterario alla narrazione storica, dalle tematiche bibliche al teatro grottesco del Novecento, alla denuncia visionaria dei nostri mali.

Ad aprire la rassegna sono stati i padroni di casa Dario Marconcini e Giovanna Daddi con lo spettacolo La Madre, tratto dall’omonimo dialogo che Cesare Pavese scrisse nel 1945 (in Dialoghi con Leucò, Edizioni Einaudi). Il secondo appuntamento è il 16 Settembre e vede protagonista Silvia Pasello (attrice di punta del Teatro di Pontedera), nella doppia veste di regista e interprete dello spettacolo L’angelo dell’inverno, uno studio ispirato all’atto unico Il Canto del Cigno di Anton Cechov. L’autore scrisse a soli 26 anni questo piccolo capolavoro e che narra lo smarrimento di un vecchio attore dalla consumata carriera e del suo fedele suggeritore. Italia – come muoiono le maestre è lo spettacolo tratto dalla storia vera di due donne che combatterono per i diritti all’istruzione e al lavoro nell’epoca appena successiva all’Unità d’Italia, in scena il 20 Settembre. I temi trattati sono ancora attualissimi: la condizione femminile, il lavoro e il rapporto con il sapere, la prevaricazione tra i sessi e l’uso del potere.  La regia è di Stefano Vercelli e l’interprete è Magda Siti.

Un salto indietro nel tempo dall’Unità d’Italia alla Bibbia, con lo spettacolo L’Apocalisse di Giovanni – Lo spirito e la sposa dicono: vieni, tratto dall’ultimo libro della Bibbia scritto dal giovane apostolo Giovanni. Il 24 Settembre saranno l’attrice Elisabetta Salvatori e il violinista Matteo Ceramelli a dare forma scenica a un susseguirsi di visioni sulla fine di questo mondo e sull’arrivo del mondo nuovo. Si passa al registro comico con il penultimo appuntamento, il 28 Settembre: l’atto unico di Harold Pinter Ceneri alle ceneri, che il regista Francesco Cortoni porta in scena insieme agli attori Valeria Paoli ed Emanuele Gamba. E’ il dialogo grottesco di una coppia che, nel fallimentare tentativo di mettere ordine al presente e al passato, si smarrisce in un’esilarante ricerca di senso.

La chiusura della rassegna è affidata il 1 Ottobre all’originale pièce La montagna spara, per la drammaturgia e regia di Giovanna Giuliani. Prodotto dalla compagnia Katzenmacher insieme al Teatro Stabile di Napoli, lo spettacolo è “un innesto fantastico tra mitologia – andina e lucana – e storia”, che vede protagonista la montagna e una trentenne di oggi alle prese con la propria coscienza. Ne emerge una visionaria denuncia dell’Italia odierna, abitata da una società assuefatta alla propaganda, frastornata e disgregata.

Rassegna teatrale
PICCOLI FUOCHI
Dal 13 Settembre al 1 Ottobre
Teatro Francesco di Bartolo, Via F.lli Disperati 4, Buti (PI)

13 Settembre: Teatro di Buti in La madre – dialogo di Cesare Pavese, Messa in scena di Jean-Marie Straub, con Giovanna Daddi e Dario Marconcini

16 Settembre: Silvia Pasello / Teatro di Buti in L’angelo dell’inverno, studio ispirato a Il canto del cigno – di Anton Checov, interpretazione e regia di Silvia Pasello, creazione luci Valeria Foti, musiche Ares Tavolazzi

20 Settembre: Associazione Artisti Drama in Italia – Come muoiono le maestre, Regia di Stefano Vercelli, con Magda Siti

24 Settembre: Teatro di Buti / Favolanti in Apocalisse di Giovanni, di e con Elisabetta Salvatori e Matteo Caravelli al violino

28 Settembre: Pilar Ternera Arsnova in Ceneri alle ceneri – Atto unico di Harold Pinter, Regia di Francesco Cortoni, con Valeria Paoli e Emanuele Gamba

1 Ottobre: Katzenmacher / Teatro Stabile di Napoli in La montagna spara, Drammaturgia e regia di Giovanna Giuliani

Inizio spettacoli ore 21.30.
Ingresso gratuito a tutti gli spettacoli della rassegna.

Informazioni
La segreteria è aperta tutti i giorni dalle 15:30 alle 19:30 escluso i Festivi
Tel. 0587 724548
E-mail: teatrodibuti@teatrodibuti.it
Sito web: www.teatrodibuti.it

]]>
https://www.lakinzica.it/piccoli-fuochi-rassegna-teatro-di-buti/feed 0
Museo delle Icone russe https://www.lakinzica.it/museo-delle-icone-russe-francesco-bigazzi https://www.lakinzica.it/museo-delle-icone-russe-francesco-bigazzi#comments Tue, 16 Aug 2011 20:59:23 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=5831 Il Museo delle Icone Russe “F. Bigazzi” a Peccioli nasce nel  novembre 2000 grazie all’accordo tra il Comune di Peccioli e il collezionista Francesco Bigazzi, che per un lungo periodo è stato corrispondente da Mosca e Addetto Cultura e Stampa presso il Consolato Generale d’Italia a San Pietroburgo. Il museo ospita una delle più rilevanti collezioni di icone russe localizzate all’esterno dei paesi dell’ex Unione Sovietica. Le opere esposte appartengono a due gruppi: quelle della Collezione Bigazzi che comprende icone datate tra il XVIII e i primi del XX secolo. L’altra collezione, presente dal 2007, è di proprietà di Belvedere ed è suddivisa in due parti: la prima comprende altre 75 icone dal XVIII al XX secolo, inclusi un Vangelo a stampa del 1903, un Analoghion e una Porta Regale, provenienti dalla Russia, dall’Armenia, dai paesi baltici (Lettonia ed Estonia), Ucraina, Romania (Transilvania), Grecia (Monte Athos) e Israele (Gerusalemme). La seconda parte della collezione è invece costituita da croci, icone e polittici russi di bronzo (dal XV al XX secolo).
Il museo ospita mostre temporanee sia di icone che di altre opere legate alla cultura russa provenienti da altri musei o da collezioni private.

Biglietto 5,50 euro (3,50 euro ridotto per studenti, possessori di Carta Giovani, over 65 e gruppi di almeno 10 persone, 4 euro per i possessori di Carta ACI). Ingresso gratuito per minori sotto i 16 anni se accompagnati e possessori di carta Touring

Accesso dal primo novembre al 31 marzo: mercoledì, sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore , 15:00 alle ore 19:00; dal primo aprile al 31 ottobre: mercoledì, sabato, domenica e festivi dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 20:00.
Chiusura Capodanno, Primo Maggio, Ferragosto, Natale, e nel pomeriggio della vigilia di Capodanno e Natale, se coincidenti con giorni d’apertura.

Foto pubblicate per gentile concessione della Fondazione PeccioliPer
Gli interni del museo Madre di Dio di Akhtyrka Ru Madre di Dio (fine XIX Secolo)

Per informazioni

Museo delle Icone Russe “F. Bigazzi”
Piazza del Popolo 5  Peccioli (PI)
Tel. 0587/672158 (Fondazione PeccioliPer)


Visualizzazione ingrandita della mappa

Tel. 0587 672877

Web www.fondarte.peccioli.net

]]>
https://www.lakinzica.it/museo-delle-icone-russe-francesco-bigazzi/feed 0
Museo Archeologico di Peccioli https://www.lakinzica.it/il-museo-archeologico-di-peccioli https://www.lakinzica.it/il-museo-archeologico-di-peccioli#comments Tue, 09 Aug 2011 09:00:21 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=5676 Inaugurato nel 2004, il Museo Archeologico di Peccioli è la sede che espone i reperti rinvenuti presso il sito archeologico etrusco di Ortaglia località situata a pochi chilometri da Peccioli: gli scavi sono ancora in corso e sono realizzati dal Comune di Peccioli in collaborazione con l’Università di Ferrara sotto la direzione del professore Stefano Bruni.

Da un pozzo profondo 10 metri e largo 4 sono stati ritrovati oggetti, in parte votivi e resti di una costruzione che, per dimensioni e decorazioni doveva essere un tempio o una santuario dedicato a una divinità “femminile” come lasciano intuire alcuni reperti quali i pesi del telaio e i rocchetti per il filo, tipici del lavoro femminile.

Il reperto di maggiore interesse e bellezza al Museo Archeologico di Peccioli è una kylix attica a figure rosse attribuita al celebre pittore greco Makron che lavorava ad nel V secolo a.c. La collezione del museo è stato poi arricchita dal corredo funerario proveniente dalla tomba etrusca di Legoli (scavo del 1930), un grande louthérion (il bacino per abluzioni), e diversi oggetti riservati probabilmente a Horta, divinità corrispondente alla greca Demetra e alla romana Cerere.

Un grande plastico riproduce il tempio tuscanico, ricostruito secondo le regole di Vitruvio, equipaggiato con una serie di supporti multimediali che consentono anche di visionare contenuti educativi in 3D e filmati, visualizzati con un proiettore, che consentono di scoprire la storia dell’incendio del tempio di Ortaglia.

Il Museo Archeologico di Peccioli si trova all’interno del Palazzo Fondi Rustici dotato di un sistema di cunicoli recentemente utilizzato come cantina e probabilmente, nei tempi antichi, anche per la sepoltura tramite tombe ipogee.

Foto pubblicate per gentile concessione della Fondazione PeccioliPer
I suggestivi ambienti del Museo Il Kylix di Makron Una sala del museo

Per informazioni
Museo Archeologico di Peccioli
Piazza del Carmine, 33
56037 – Peccioli (PI)
Accesso gratuito
Orario dal primo novembre al 31 marzo: mercoledì dalle 15:00 alle 19:00, sabato, domenica e festivi dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00.
Dal primo aprile al 31 ottobre: mercoledì dalle 16:00 alle 20:00, sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 16:00 alle ore 20:00.
Chiusura nei giorni di Capodanno, Primo Maggio, Ferragosto, Natale, e nel pomeriggio della vigilia di Capodanno e Natale, se coincidenti con giorni d’apertura.


Visualizzazione ingrandita della mappa

]]>
https://www.lakinzica.it/il-museo-archeologico-di-peccioli/feed 0
Una sera alle terme https://www.lakinzica.it/una-sera-alle-terme https://www.lakinzica.it/una-sera-alle-terme#comments Tue, 14 Jun 2011 16:49:27 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=2244 Bagni di Pisa

Bagni di Pisa

Con la bella stagione il mare è sempre di moda. Non bisogna però dimenticare che soprattutto nelle ore serali anche le “vecchie” terme possono rivelarsi divertenti e rilassanti anche in questa stagione. Con l’oramai prossimo arrivo dell’Estate i principali stabilimenti termali della provincia di Pisa  lanciano infatti una serie di iniziative promozionali per favorire l’immergersi nella placida e calda acqua delle terme anche durate le serate arricchite da un bel cielo trapuntato di stelle.
L’iniziativa dei Bagni di Pisa di san Giuliano Terme pensata per l’ingresso serale si chiama Notte alle Terme: consente di entrare, dalle 20:00 a mezzanotte, allo stabilimento nei giorni 17, 23 e 30 giugno,  4, 11, 18 e 25 agosto e i giovedì 1, 8, 15, 22 e 29 settembre con accesso alle piscine, alla sauna, al bagno turco, disponibilità di aree relax e offerta di aperitivi e snack. Prezzo 35 euro e prenotazione obbligatoria telefonando al numero di telefono 050/88501.

Per informazioni info@bagnidipisa.com o spabooking@bagnidipisa.com.

La promozione “notturna” delle Terme di Casciana Terme si chiama Il “Bagno sotto le stelle” ed è attivata nei seguenti giorni: tutti i venerdì del mese di giugno, tutti i mercoledì e i venerdì di luglio e agosto e il venerdì 2 e il mercoledì 7 del mese di settembre. In caso di maltempo la piscina sarà chiusa. Il prezzo del biglietto di ingresso è 10 euro.

Per informazioni tel. 0587/644608, e-mail info@termedicasciana.it.

]]>
https://www.lakinzica.it/una-sera-alle-terme/feed 0