La Kinzica » Valdarno http://www.lakinzica.it Magazine di informazione turistica e culturale su Pisa e Provincia Mon, 09 May 2016 16:58:55 +0000 en-US hourly 1 http://wordpress.org/?v=4.3.4 Bottega Talani: un viaggio nell’affresco https://www.lakinzica.it/mostre-pisa-bottega-talani-un-viaggio-nell%e2%80%99affresco-museo-piaggio-pontedera https://www.lakinzica.it/mostre-pisa-bottega-talani-un-viaggio-nell%e2%80%99affresco-museo-piaggio-pontedera#comments Tue, 29 May 2012 12:43:29 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=22822 Una delle opere di Gianpaolo Talani, esposta alla mostra "Bottega Talani: un viaggio nell'affresco" organizzata al Museo Piaggio dal 1° giugno al 28 luglio

Una delle opere di Gianpaolo Talani, esposta alla mostra "Bottega Talani: un viaggio nell'affresco" organizzata al Museo Piaggio dal 1° giugno al 28 luglio

Il Museo Piaggio Giovanni Alberto Agnelli ospiterà dal 1° giugno al 28 luglio la mostra “Bottega Talani: un viaggio nell’affresco“. Il percorso espositivo propone dipinti e sculture in bronzo che unendo i concetti di tempo e di spazio ai linguaggi dell’arte raffigurano immagini nostalgiche, colori delicati e figure esili. L’arte di Giampaolo Talani è infatti incentrata sulla realtà, mutevole e pronta a smuovere i precari equilibri dell’umanità.

Al Museo Piaggio sarà possibile ammirare la Vespa PX rivisitata artisticamente da Talani, che è l’emblema di un’altra tematica cara all’artista: quella del viaggio. Talani ha inoltre eseguito un altro intervento artistico su una seconda Vespa PX esposta temporaneamente all’Aeroporto pisano Galileo Galilei.

Dopo New York, Washington, Parigi, Beirut, Berlino, Firenze, Napoli, le opere di Talani approdano dunque a Pontedera. Una novità assoluta della mostra pisana è costituita dall’esposizione del cartone (lungo venti metri) relativo all’affresco “Partenze” realizzato nel 2007 per la stazione di S. Maria Novella a Firenze.
Giampaolo Talani originario di San Vincenzo è uno dei massimi conoscitori della tecnica dell’affresco. Gli sono state dedicate mostre in Italia, in Europa e negli Stati Uniti. Alcune sue opere sono esposte al Quirinale (“l’Ombra dell’eroe” e il “Busto di Garibaldi”) e al Museo del Risorgimento al Vittoriano di Roma (“Mille uomini”). Talani è stato inoltre invitato, come unico artista straniero, dal Parlamento Tedesco alle celebrazioni del ventennale della caduta del muro di Berlino. Ha inoltre scritto raccolte di racconti e poesie da cui sono stati tratti numerosi adattamenti teatrali ed è stato ideatore e protagonista per RAI 1 della trasmissione “Rosa dei venti – l’isola che c’è”.

La mostra pisana “Bottega Talani: un viaggio nell’affresco” è a ingresso gratuito ed è visitabile dal martedì al sabato dalle ore 10:00 alle ore 18:00 (2 giugno chiuso, aperture straordinarie il 10 giugno e l’8 luglio).

“Bottega Talani: un viaggio nell’affresco” – 1° giugno / 28 luglio Museo Piaggio “Giovanni Alberto Agnelli” (viale Rinaldo Piaggio 7, Pontedera)

Per informazioni
Museo Piaggio “Giovanni Alberto Agnelli”
Tel. 0587/271721
web www.museopiaggio.it

]]>
https://www.lakinzica.it/mostre-pisa-bottega-talani-un-viaggio-nell%e2%80%99affresco-museo-piaggio-pontedera/feed 0
La mostra sull’incisione https://www.lakinzica.it/mostre-pisa-premio-santa-croce-grafica https://www.lakinzica.it/mostre-pisa-premio-santa-croce-grafica#comments Wed, 14 Dec 2011 13:24:38 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=15066 Premio Santa Croce Grafica 2011

Le opere del Premio Santa Croce Grafica 2011 in mostra a Villa Pacchiani dal 16 Dicembre al 30 Gennaio

Verrà inaugurata il 15 dicembre (ore 18:30) al Centro Espostivo di Villa Pacchiani la sesta edizione del Premio Santa Croce Grafica, rassegna organizzata dal Comune di Santa Croce sull’Arno in collaborazione con la Cassa di Risparmio e la Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato. Obiettivo del Premio Santa Croce Grafica è promuovere l’arte dell’incisione attraverso opere realizzate con tecniche calcografiche dai  diversi artisti invitati a questa edizione: in rigoroso ordine alfabetico gli artisti “concorrenti” sono Alis/Filliol, Emanuele Becheri, Chiara Camoni, Francesco Carone, Andrea Chiesi, Matteo Fato, Dacia Manto, Filippo Manzini, Margherita Morgantin, Adriano Nasuti-Wood, Pantani-Surace, Laura Pugno, Sara Rossi, Alessandra Spranzi, Eugenia Vanni, Vaso Zezelj.

Una speciale commissione composta da Alberto Salvadori (Direttore del Museo Marino Marini di Firenze), Marco Pierini (Direttore della Galleria Civica di Modena), Alessandro Tosi (Direttore scientifico del Museo della Grafica di Palazzo Lanfranchi di Pisa), da Ilaria Mariotti (Direttore di Villa Pacchiani) e presieduta dall’Assessore alla Politiche e Istituzioni Culturali del Comune di Santa Croce (Mariangela Bucci) eleggerà il vincitore la cui opera farà parte della Collezione del Gabinetto dei Disegni e delle Stampe di Villa Pacchiani. La premiazione è prevista per il 21 gennaio quando verrà presentato il catalogo che documenterà i lavori partecipanti.

In occasione dell’inaugurazione, il 15 dicembre alle 17:00, della mostra del Premio verrà presentato il catalogo della mostra Sei gradi di separazione Emanuele Becheri, Luca Lupi, Beatrice Meoni, Paolo Meoni, Fabrizio Prevedello, Eugenia Vanni e opere del Gabinetto dei Disegni e delle Stampe di Villa Pacchiani. La mostra pisana, con le opere dei partecipanti alla sesta edizione del Premio Santa Croce Grafica, sarà visitabile gratuitamente dal 16 Dicembre al 30 Gennaio dalle 16:00 alle 19:00 (tranne il 24, 25 e 31 dicembre e l’1 e il 6 gennaio).

Sesta edizione del Premio Santa Croce Grafica – 16 Dicembre/30 Gennaio al Centro Espostivo di Villa Pacchiani (piazza Pier Paolo Pasolini Santa Croce Sull’Arno)

Per informazioni
Comune di Santa Croce
Tel. 0571/30642 o 0571/389953
e-mail biblioteca@comune.santacroce.pi.it

]]>
https://www.lakinzica.it/mostre-pisa-premio-santa-croce-grafica/feed 0
Uomo genio mago mito: Corradino D’Ascanio https://www.lakinzica.it/mostra-pisa-corradino-dascanio-uomo-genio-mago-mito-museo-piaggio-pontedera https://www.lakinzica.it/mostra-pisa-corradino-dascanio-uomo-genio-mago-mito-museo-piaggio-pontedera#comments Thu, 24 Nov 2011 09:23:32 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=13671 Corradino D'Ascanio uomo genio mago mito

Corradino D'Ascanio uomo genio mago mito, la mostra sull'inventore della Vespa al Museo Piaggio di Pontedera dal 22 novembre al 31 gennaio

Organizzata e curata dalla Fondazione Piaggio  la mostra “Corradino D’Ascanio uomo genio mago mito” allestia presso il Museo Piaggio di Pontedera celebra l’inventore della Vespa (a 120 anni dalla nascita e a 30 dalla scomparsa) e il noto scooter, uno dei più noti simboli del made in Italy. La rassegna raccoglie progetti tecnici dei modelli ideati dall’ingegnere, disegni, foto d’epoca di D’Ascanio e della sua famiglia, filmati storici e riproduzioni dei suoi lavori. Il percorso espositivo è suddiviso in quattro aree: una (‘‘Uomo“) illustra le orgini di Ascanio, nato a Popoli (Pescara) emigrato negli Stati Uniti e tornato in Italia Pontedera, e ricostruisce il suo ambiente di lavoro; un’altra, “Genio“, è una carrellata sui progetti, disegni e brevetti che spiegano il percorso “tecnico” di DAscanio; la terza (“Mago“) è un viaggio nel passato attraverso la riproduzione “digitale” degli allestimenti ideati dal geniale ingegnere per presentare i nuovi modelli di Vespa; l’ultima, “Mito”  raccoglie le testimonianze di colleghi, parenti e amici.

Corradino D’Ascanio, dopo aver passato  anni a progettare velivoli (soprattutto elicotteri) fu chiamato da Enrico Piaggio a studiare un motociclo economico da vendere subito dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale. Da questo spunto, D’Ascanio inventò la Vespa, una moto non-moto, un mezzo a due ruote semplice da guidare, economico e dal design rivoluzionario. Il primo modello di Vespa, la “98cc”, fu esposta nel 1946 al salone del ciclo e motociclo di Milano. Poi arrivarano la Lambretta e le altre Vespe che già negli anni ’50 resero il due-ruote della Piaggio  lo scooter più famoso al mondo. Da allora ne sono stati venduti 16 milioni di esemplari e ne sono stati prodotti ben 130 modelli.

Alla mostra pisana e pontederese è associata anche una giornata d’annullo filatelico, realizzato sulla base di una celebre scatto di D’Ascanio, previsto il 20 dicembre (dalle 14:00 alle 20:00) al Museo Piaggio.

La mostra “Corradino D’Ascanio: uomo, genio, mago, mito” è visitabile gratuitamente fino al 31 gennaio dal martedì al sabato
 dalle 10:00 alle ore 18:00.

Corradino D’Ascanio: uomo, genio, mago, mito – 23 novembre 2011/31 gennaio 2012 Museo Piaggio Giovanni Agnelli (via Rinaldo Piaggio 7 Pontedera)

Per Informazioni
Museo Piaggio “Giovanni Alberto Agnelli”
Tel. 0587 27171
/ 0587 290057
e-mail museo@museopiaggio.it
web www.museopiaggio.it

 

]]>
https://www.lakinzica.it/mostra-pisa-corradino-dascanio-uomo-genio-mago-mito-museo-piaggio-pontedera/feed 0
Museo Piaggio Giovanni Agnelli https://www.lakinzica.it/museo-piaggio-giovanni-agnelli https://www.lakinzica.it/museo-piaggio-giovanni-agnelli#comments Fri, 22 Jul 2011 07:56:01 +0000 https://www.lakinzica.it/?p=4779 Nato per tramandare la storia della più importante azienda metalmeccanica del Centro Sud d’Italia e dei suoi fortunatissimi marchi, primo tra tutti la mitica Vespa, pensato da Giovanni Alberto Agnelli, e progettato da Andrea Bruno, il Museo Piaggio ha sede in uno dei capannoni più antichi dello stabilimento di Pontedera, l’ex Attrezzeria. Inaugurato nel 2000, ha avuto nel primo decennio di vita oltre 250.000 visitatori.

 

Sul piazzale all’ingresso del Museo campeggiano un aereo P148 del 1951 e un’automotrice ferroviaria MC2 (in acciaio inossidabile) del 1936, che sfonda suggestivamente la vetrata d’ingresso a testimonianza della tecnologia raggiunta da Piaggio negli anni Trenta prima dell’invenzione della Vespa.

Il Museo Piaggio ospita le tre collezioni permanenti dei marchi Piaggio, Vespa e Gilera, con oltre cento esemplari tra veicoli, motori e parti meccaniche. Insieme ai modelli più famosi si trovano “pezzi” rarissimi, come i modelli Vespa prodotti in numerazione unica per i record di velocità, gli esemplari di Vespa autografata da Salvador Dalì, la lunghissima Mitologica Vespa ricreata da Mino Trafeli e modelli a tiratura limitata (come la curiosa Vespa utilizzata negli anni Cinquanta dalla Legione Straniera francese, dotata di cannone).

Gli appassionati della corsa sportiva possono ammirare le più belle e prestigiose motociclette della Gilera: dal primo modello creato da Giuseppe Gilera nel 1909 a quelli più recenti, passando per gli esemplari degli anni Cinquanta, come la Saturno o la Gilera 500 che hanno fatto sognare una generazione di sportivi.

Non mancano le elaborazioni più creative dei mitici Ciao e Ape, come l’Ape Pentarò nella versione “antincendio” del 1962, utilizzata fino al 2002 come mezzo di soccorso negli stabilimenti lucchesi di Cucirini Cantoni Coats, o i piacevoli modelli da passeggio di Ape Calessino.

I componenti di motori e parti meccaniche ci ricordano l’incredibile varietà di mezzi che la Piaggio ha inventato e prodotto nella sua lunga storia (barche, treni, autobus, aerei, motori aeronautici), prima dell’affermazione della Vespa nel 1946 e dell’avvento dei ciclomotori.
Raccontando la storia dell’azienda (nata nel 1884 a Genova per la lavorazione del legno e degli arredi navali e divenuta in pochi decenni un leader mondiale nella produzione aeronautica e motociclistica) il Museo ripercorre anche lo sviluppo dell’industria, dell’economia e della società italiana, narrando le vicende di “Capitani di industria” come i Piaggio e gli Agnelli e illustrando la genialità di grandi ingegneri e progettisti come Giovanni Casiraghi, Luigi Pegna e Corradino D’Ascanio, il ‘padre’ della Vespa.

Il “progetto culturale Piaggio” oltre al Museo Piaggio, annovera anche l’Archivio storico “Antonella Bechi Piaggio” e la Fondazione Piaggio. L’Archivio raccoglie la ricchissima documentazione dell’azienda, dalle origini ai nostri giorni: documenti, corrispondenza, atti, progetti, manuali d’uso, fotografie, filmati, bozzetti e campagne pubblicitarie di famosi grafici e designer come Leo Longanesi, Franco Mosca e Gilberto Filippetti. La Fondazione Piaggio promuove mostre d’arte, pubblicazioni e iniziative su tematiche attuali quali innovazione tecnologica, etica ed economia, creatività e cultura, energia e mobilità, sport e biotecnologie.

Il Museo Piaggio ha ricevuto nel 2003 il prestigioso Premio Impresa e Cultura come miglior Museo e Archivio d’Impresa in Italia. La visita al Museo è un’esperienza interessante e di sicuro divertimento, anche per i più piccoli.

Automotrice ferroviaria MC2 del 1936.jpg La Vespa Gigante La Mitologica Vespa di Mino Trafeli La Vespa con cannone e munizioni, commissionata negli anni Cinquanta da Ministero della Difesa Francese Una Vespa modello unico I classici modelli della Vespa di serie Le prime Gilera

Per Informazioni
Museo Piaggio “Giovanni Alberto Agnelli” (Viale Rinaldo Piaggio 7 – Pontedera, Pisa)
Tel. 0587 27171
/ 0587 290057
e-mail museo@museopiaggio.it
web www.museopiaggio.it

Orari e ingresso: Il Museo è aperto dal martedì al sabato
 dalle 10:00 alle ore 18:00.
Ingresso gratuito.
Visite guidate a richiesta su prenotazione:
gruppi fino a 10 persone: 20 euro,
gruppi fino a 20 persone: 40 euro,
gruppi fino a 30 persone: 50 euro,
scuole: 20 euro fino a 30 studenti.
In occasione di mostre ed eventi l’orario di apertura può subire variazioni. Per informazioni chiamare la segreteria del Museo.


Visualizzazione ingrandita della mappa

]]>
https://www.lakinzica.it/museo-piaggio-giovanni-agnelli/feed 0