La Kinzica - La tua guida al tempo libero e agli eventi di Pisa e provincia

Una Stagione per il Nuovo


Antonio Rezza al Teatro Nuovo il 7 Dicembre con "Io"

Antonio Rezza al Cinema Teatro Nuovo il 7 Dicembre con “Io”

Nuova stagione per il cartellone teatrale del Cinema e Teatro Nuovo, inoltre, produrrà una stagione teatrale, giunta al terzo anno, coordinata dal Dopolavoro Ferroviario, dal titolo “Teatro della Comunità Pisana”. Molte le matinée e le pomeridiane per bambini, realizzate e coordinate dai “Teatri della resistenza” e da “Habanera Teatro”, che vedono la presenza di centinaia di studenti dalle materne alle superiori.

Tra gli spettacoli più attesi in programma ricordiamo il 7 dicembre “Io” con Antonio Rezza, di Flavia Mastrella, l’evento pisano del 26 Gennaio con “Cantico dei Cantici” di Fortebraccio Teatro (adattamento e regia di Roberto Latini, musiche e suoni di Gianluca Misiti, luci e tecnica di Max Mugnai), il 1° febbraio “Viaggio al termine della notte” di Teho Teardo e Elio Germano i diversi gli appuntamenti con l’Orchestrà Arché (21 dicembre, 4 gennaio, 8 e 27 febbraio, 9 marzo). L’Orchestra Arché, nata a Pisa su iniziativa del Maestro Francesco Pasqualetti, ha un organico composto dai migliori giovani musicisti toscani, coadiuvati da professori d’orchestra provenienti dalle più prestigiose orchestre nazionali.

In cartellone, c’è anche la rassegna teatrale Teatro e Rivoluzione, con il progetto TIP (acronimo di Teatri in Piazza) per valorizzare e sostenere le realtà teatrali cittadine e giunto al terzo anno di attività. Il tema della rassegna 2017 è il ‘68 e il nuovo teatro politico e  7 giovedì, il Cinema Teatro Nuovo ospiterà appuntamenti e spettacoli ideati con l’intento di offrire non solo uno spaccato di quel che è rimasto oggi del “teatro politico”, ma anche e soprattutto un racconto dell’Italia negli anni della rivolta, che videro Pisa tra le protagoniste assolute del movimento studentesco.

Il 30 novembre è in programma Cammelli a Barbiana,  dedicato alla figura di Don Milani, scritto da Francesco Niccolini e Luigi D’Elia, per la regia di Fabrizio Saccomanno. Lo spettacolo è il racconto di un ragazzo ricco, sempre in lotta con la scuola e la sua famiglia che nell’estate del ’43, lascia la sua bella e comoda vita per farsi prete, dando vita poi tra molteplici vicissitudini alla Scuola di Barbiana, diventando il maestro più rivoluzionario del dopoguerra italiano: don Lorenzo Milani. Il 14 dicembre c’è l’incontro con Petì Glassé della compagnia Gli Omini, gruppo toscano residente a Pistoia, ci regaleranno un esempio significativo del loro teatro, fatto di “interviste a persone “normali”  che è un affresco dell’Italia di oggi. L’11 gennaio torna in scena il narratore pisano Marco Azzurrini, che con Alessandro Cei, voce e chitarra dei Vincanto, presenterà il suo “Pisa68 – un maggio lungo un anno”.Il 18 gennaio sarà la volta dei Pesopiuma – giovane compagnia pisana fondata Cristina Gardumi, Paolo Cioni e Luca Orsini  con il loro “68 a colori” che racconta la storia di un regista teatrale che sta cercando di mettere in scena la versione rivoluzionaria di un grande classico. Il 25 gennaio tocca a La Ribalta Teatro, giovane formazione pisana residente al cinema Teatro Lux, con l’inedito “E si vedeva la luna”: un viaggio fantastico attraverso i gusti, il costume, il modo di pensare di quell’epoca, un viaggio all’inseguimento del ticchettio che condurrà all’esplosione del 68. Il 15 febbraio chiuderanno la rassegna Teatri della Resistenza, con il loro Quid est Gladium, un racconto in forma orale, realizzato da Dario Focardi con accompagnamento musicale sul fallito Golpe dell’Immacolata.

Stagione Teatrale del Cinema Teatro Nuovo – 30 Novembre 2017 / 9 Marzo 2018 Cinema Teatro Nuovo Piazza della Stazione Pisa 

Per informazioni
Associazione del Dopolavoro Ferroviario
Tel. 050/502640 (Arsenale)
web Pagina Facebook

IperProfessional la formazione che vale
LaKinzica.it è testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Pisa dal 16 maggio 2011 con autorizzazione n.04/11
Cookie Policy
Cookie Policy