La Kinzica - La tua guida al tempo libero e agli eventi di Pisa e provincia

Mozart, Salieri..e Zanetto


L'opera "Mozart Salieri" di Korsakov e "Zanetto" di Mascagni, al Teatro Verdi di Pisa il 25 e 26 febbraio

I ritratti di Mozart e Salieri, i personaggi dell'omonima opera di Korsakov messa in scena, insieme a "Zanetto" di Mascagni" al Teatro Verdi il 25 e 26 febbraio

Si conclude la stagione lirica al Teatro Verdi di Pisa con la “doppia” esecuzione di “Zanetto” di Pietro Mascagni e di “Mozart e Salieri” di Nikolaj Andreevic Rimskij-Korsakov, due opere, raramente eseguite e diversissime tra loro (se non per il fatto di prevedere entrambe solo due personaggi), messe in scena il 25 e il 26 febbraio.

“Zanetto” (il libretto è un adattamento che Targioni Tozzetti e Menasci fecero di e passant di François Coppée) è un’opera che è stata spesso eseguita insieme alla più celebre “Cavalleria Rusticana”. Si tratta di un dramma ambientato a Firenze rinascimentale che racconta dell’incontro (onirico?) tra la prostituta Silvia (interpretata dal soprano Silvana Froli) e il cantastorie Zanetto (il mezzosoprano Sandra Buongrazio). I due si raccontano le loro storie, dialogono sull’amore, e scoprono di piacersi, ma Silvia, consapevole della sua vita da cortigiana, decide di negarsi a quello che è il suo amore per non arrecargli sofferenza. Bocciata dalla critica fin quando fu messa in scena le prime volte, l’opera “Zanetto” è stata poi ampiamente rivalutata per i richiami a madrigali, villotte e stornelli che ricordano il periodo rinascimentale nel quale Zanetto è ambientata.

“Mozart e Salieri” è invece un’opera drammatica che sposando la tesi dell’avvelenamento di Mozart (il tenore Matteo Mezzaro) da parte del “collega” Salieri (basso-baritono Alessandro Calamai) si basata su una contrapposizione cara ai romantici: da un parte il genio sregolato e inconsapevole della propria arte e dall’altra l’artista di maniera metodico e razionale ma ancorato alla sua “mediocrità”. “Mozart e Salieri” ha un andamento classico è poco noto in Europa Occidentale ma è un “appuntamento fisso” nei teatri lirici russi.

La bacchetta del Maestro Francesco Pasqualetti, guiderà l’orchestra Arché, ensemble giè apprezzato dal pubblico pisano durante il Concerto di Capodanno sempre al Teatro Verdi mentre a dirigere il Coro del Laboratorio Lirico San Nicola è il maestro Stefano Barandoni. Il regista delle due opere è Gianluca Floris, apprezzato tenore (per esempio nell’Attila di Verdi con la regia di Gabriele Lavia) e scrittore.

Biglietti: da 14,50 a 29 euro acquistabili presso la biglietteria del teatro o tramite il circuito www.greenticket.it.

“Zanetto” / “Mozart e Salieri” – 25 febbraio (ore 20:30) e 26 febbraio (ore 16:00) Teatri Verdi (via Palestro 40 Pisa)

Per informazioni
Teatro Verdi di Pisa
Tel. 050/941111
web  www.teatrodipisa.pi.it

IperProfessional la formazione che vale
LaKinzica.it è testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Pisa dal 16 maggio 2011 con autorizzazione n.04/11
Cookie Policy
Cookie Policy