La Kinzica - La tua guida al tempo libero e agli eventi di Pisa e provincia

Tempo di saldi


Saldi a Pisa

Regole e consigli per orientarsi allo shopping durante i saldi

Dal 6 all’8 gennaio i negozi di Pisa saranno aperti in concomitanza con l’arrivo dei saldi invernali per i capi di abbigliamento (di carattere stagionale o di moda) previsto dal 5 gennaio. Per evitare dubbi e malintesi in fase di acquisto è bene verificare che sia mostrata con chiarezza il prezzo di vendita  attraverso la relativa comunicazione nel “cartellino” (o in altre modalità) che contrassegna i prodotti esposti per la vendita all’esterno (nelle vetrine esterne o all’ingresso o nelle adiacenze del locale) o collocati sui banchi di vendita o negli spazi dell’esercizio commerciale.

In particolare i “cartellini” o le altre modalità di comunicazione scelte devono mostrare il prezzo (in euro) originario di vendita, la percentuale di sconto applicata sul prezzo originario e il prezzo scontato finale.

Qualche consiglio per l’acquisto di prodotti durante i saldi:

Cambio del prodotto e garanzia convenzionale
>> Il cambio della merce acquistata è a discrezione del negoziante.
>> Occorre conservare lo scontrino per far valere la garanzia legale e richiedere la sostituzione o riparazione del prodotto non conforme (in tal caso la sostituzione o la riparazione delle merce è obbligatorio).
>> La garanzia legale copre i “difetti” esistenti al momento della consegna, ovvero i vizi di conformità: per esempio la camicia acquistata non ha i bottoni o si acquista un capo di abbigliamento credendo che abbia determinati requisiti, in quanto comunicati dall’inserviente/gestore/titolare del negozio. quando invece ne ha altri (per esempio si acquista un maglione credendo che sia di cotone, ma poi ci si accorge che è in poliestere).
>> In caso di mancanza di conformità del bene al contratto di acquisto, il cliente ha diritto alla sua riparazione/ripristino (senza spese) dell’articolo o alla sostituzione del prodotto acquistato con un altro prodotto o alla risoluzione del contratto.
>> Il venditore è responsabile quando il difetto vizio di conformità si manifesta entro due anni dalla consegna del bene.
>> Nei primi sei mesi l’onere della prova del vizio è a carico del negoziante: spetta cioè a lui dimostrare che il problema denunciato dal consumatore non esiste.
>> Attenzione: il consumatore acquirente decade dalla garanzie legale se entro due mesi non denuncia al venditore il difetto di conformità scoperto. Dal settimo mese dall’acquisto la situazione si ribalta e l’onere della prova è a carico dell’acquirente.

Merce e articoli
>> La merce in vendita sotto la voce “saldo” deve essere l’avanzo della stagione autunno-inverno 2011 e non un fondo di magazzino.
>> I saldi superiori al 50% potrebbero riguardare merce “vecchia” (dell’anno passato) e non gli ultimi prodotti stagionali. Può essere conveniente acquistare tali articoli solo con cognizione di causa, ovvero dopo che il commerciante ha informato il cliente che tali articoli scontati sono vecchi.
>> Anche durante i saldi vale la regola di confrontare i prezzi offerti dai vari esercizi prima di acquistare il prodotto desiderato.
>> Il consumatore ha diritto di provare/indossare i capi prima di acquistarli. Gli unici prodotti che non possono essere provati sono quelli di biancheria intima.
>> Verificare che la composizione comunicate nel cartellino d’accompagnamento corrisponda a quella dell’etichetta vera dell’articolo ed evitare l’acquisto di capi di abbigliamento privi di etichetta che informa sulla composizione.

Modalità di pagamento
>> I negozi che espongono i simboli del circuito bancomat e di quelli delle carte di credito sono obbligati ad accettare tali forme di pagamento anche per i saldi, senza applicare costi aggiuntivi.

 

IperProfessional la formazione che vale
LaKinzica.it è testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Pisa dal 16 maggio 2011 con autorizzazione n.04/11
Cookie Policy
Cookie Policy