La Kinzica - La tua guida al tempo libero e agli eventi di Pisa e provincia

La Prosa del Verdi


Ascanio Celestini

Ascanio Celestini, al Verdi con il suo spettacolo Pro-Patria il 18 e 19 novembre

Gli attori Vincenzo Salemme, Ascanio Celestini, Emilio Solfrizzi, Francesca Inaudi, Lunetta Savino, Paolo Poli saranno gli artisti protagonisti della stagione di prosa 2011/2012 del Teatro Verdi di Pisa (il calendario degli spettacoli è scaricabile da qui) inaugurata dal Piacere dell’Onestà, la commedia pirandelliana con un Leo Gullotta, in grande spolvero, nei panni di Angelo Baldovino: uomo dalla morale deprecabile che uomo fallito e di dubbia moralità, che solo per il piacere dell’onestà di sposare Agata,  che aspetta un bambino da un uomo maritato…Lo spettacolo è in programma il 22 ottobre alle 21:00 e il 23 ottobre alle 17:00.

Il secondo appuntamento della stagione è con Ascanio Celestini, volto noto della TV (“Parla con me”) attore (“Questione di cuore”, “La pecora nera”, “mio fratello è figlio unico”) regista è massimo esponente italiano, insieme a Marco Paolini e Marco Baliani, del Teatro di narrazione: modalità dello spettacolo teatrale incentrata su monologhi nei quali l’artista non è attore né interpreta un personaggio ma funge da testimone per narrare vicende ricostruite attraverso la ricerca storiografica,  la consultazione delle fonti, i sopralluoghi dei luoghi raccontati e l’indagine giornalistica. Celestini porterà sul palco (il 18 e il 19 novembre) il suo ultimo spettacolo, Pro-Patria, ovvero la storia della Repubblica Romana del 1849,  “laboratorio politico e sociale” che ha avuto come protagonisti eroi del Risorgimento come Armellini, Mazzini, Manara, Saffi, Garibaldi, Mameli e Pisacane. Durante lo spettacolo Celestini racconta la passione che animava i patrioti romani che per 5 mesi hanno resistito agli eserciti francese e borbonico e l’importanza storica della Repubblica Romana, massimo esempio del liberismo-democratico. Tra i principi costituenti della Repubblica figuravano infatti la sovranità popolare, il diritto di voto alle donne, l’abolizione dei titoli nobiliari e della pena di morte, il diritto all’equaglianza, la laicità dello stato, la libertà di opinione, culto, associazione…la costituzione era insomma secoli avanti, a quelle degli altri stati europei contemporanei tanto che divenne il punto di riferimento per le costituizioni occidentali create al termine della seconda guerra mondiale.

L’Arlecchino di Goldoni (la commedia scritta dal genio veneziano proprio a Pisa nel 1745)  è invece proposto (il 3 e 4 dicembre) nella versione con la regia “storica” di Giorgio Strehler. L’interpretazione che Streheler dà all’Arlecchino ha radici classiche ma un gusto moderno in grado di trascinare ancora oggi il pubblico nel grande teatro della commedia grazie anche all’interpretazione di Ferruccio Soleri secondo attore ad interpetare lo spettacolo-icona del Piccolo di Milano (è in scena dal 1947).

Un altro grande artista del teatro italiano, Paolo Poli è in scena il 3 e 4 marzo 2011 nello spettacolo “Il mare”  tratto dai racconti raccolti da Anna Maria Ortese nel volume “Il mare non bagna Napoli”: un excursus in quaranta anni di storia del nostro Paese che, tra canzoni, balletti, assolo, gag e doppi sensi, racconta piccole storie di persone alle prese con i problemi della vita, del lavoro e dell’amore.

Per gli appassionati di commedia sono da non perdere è ultimo spettacolo ideato, scritto e diretto da Vincenzo Salemme Astice al Veleno” (10 e 11 dicembre 2011), una storia brillante, dai dialoghi serrati che racconta la vita di due amanti infelici alle prese con incontri improbabili e un astice che non si arrende al proprio destino,  e “Colazione da Tiffany” (28 e 29 gennaio 2012): si tratta dell’adattamento teatrale  del romanzo di Truman Capote già portato sul grande schermo dal film di Blake Edwards con Audrey Hepburn e George Peppard. Sul palco ci saranno Francesca Inaudi e Lorenzo Lavia e altri attori per la messa in scena di uno spettacolo corale che è uno dei massimi esempi della commedia americana.

Oltre all’Avaro di Moliere (21 e 22 gennaio 2012) e alla Medea di Euripide (4 e 5 febbraio 2012) il calendario propone lo spettacolo conclusivo “Due di noi” (17 e 18 marzo 2012), commedia del drammaturgo inglese Michael Frayn: una farsa sulla coppia che scoppia tra doppi sensi, nonsense e una trama inappuntabile con protagonisti gli eclettici Lunetta Savino e Emilio Solfrizzi.

Stagione di prosa del teatro Verdi – 22 ottobre – 18 marzo

Prevendita
Prevendita per la seconda galleria: “Per Il Piacere dell’Onestà” e “Pro-Patria” dal 15 ottobre e poi dal 15 di ogni mese per gli spettacoli in programma nel mese successivo (dopo la prelazione riservata alla Scuole e agli Studenti universitari)

Prezzi
Platea, posto palco centrale I o II ordine: intero  30 euro, ridotto 27 euro, soci Coop 25,50 euro, giovani 15 euro, residenti nel comune di Peccioli 15 euro.
Posto palco centrale III ordine e posto palco laterale I e II ordine:  intero 25 euro, ridotto 22,50 euro, soci Coop 21 euro, giovani 12,50 euro, residenti nel comune di Peccioli 12,50 euro.
Posto prima galleria e posto palco laterale III ordine: intero 19 euro, ridotto 17 euro, soci Coop 16 euro, giovani 9,50 euro.
Posto seconda galleria numerata e posti d’ascolto (le seconde file dei palchi n. 2, 3, 22 e 23 di I, II e III ordine e di prima galleria) 10 euro.

Botteghino
Orario:  dal martedì al sabato (festività escluse) dalle 16:00 alle 19:00. Il mercoledì, venerdì e sabato anche dalle ore 11:00 alle ore 13:00. Nelle serate di spettacolo la vendita dei biglietti avrà luogo anche a partire da un’ora prima l’orario di inizio dello spettacolo per la sola rappresentazione in programma.
Si accettano carte bancomat e carte di credito Visa, Carta Sì, American Express, Master Card ma non gli assegni.

Biglietteria Telefonica  050 941188
Orario ordinario: il servizio è attivo dal martedì al sabato (no festivi) dalle ore 14 alle ore 16.

Biglietteria on-line
www.greenticket.it

Per informazioni
Teatro Verdi (Via Palestro 40 Pisa)
Tel. 050/941111
Web www.teatrodipisa.pi.it

IperProfessional la formazione che vale
LaKinzica.it è testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Pisa dal 16 maggio 2011 con autorizzazione n.04/11
Cookie Policy
Cookie Policy