La Kinzica - La tua guida al tempo libero e agli eventi di Pisa e provincia

Il Pescatore di Immagini


"Robert Doisneau. Pescatore d’immagini" la mostra da non perdere al Museo della Grafica

“Robert Doisneau. Pescatore d’immagini” la mostra da non perdere al Museo della Grafica

Fino al 17 giugno 2018, il Museo della Grafica ospita la mostra “Robert Doisneau. Pescatore d’immagini“. Curata dall’Atelier Robert Doisneau – Francine Deroudille e Annette Doisneau in collaborazione con Piero Pozzi, l’esposizione offre l’occasione di ammirare l’universo creativo del grande fotografo francese attraverso 70 immagini in bianco e nero.

Il percorso espositivo si apre con l’autoritratto del 1949 e ripercorre i motivi più cari a Doisneau, conducendo il visitatore nei giardini di Parigi, lungo la Senna, per le strade del centro e della periferia, nei bistrot e nelle gallerie d’arte della capitale francese. I soggetti prediletti delle sue fotografie sono i parigini: le donne, gli uomini, i bambini, gli innamorati, gli animali e il loro modo di vivere la città.

La Parigi dell’immaginario collettivo, quella dei bistrot e dei clochards, dei mercati, dei caffè è infatti quella ritratta da  Robert Doisneau. Tra i capolavori più celebri esposti alla mostra pisana figura anche “Le Baiser de l’Hôtel de Ville”, foto del 1950 che ritrae una giovane coppia che si bacia davanti al municipio di Parigi mentre la gente cammina veloce e distratta. L’opera, per lungo tempo identificata come un simbolo della capacità della fotografia di fermare l’attimo, non è stata scattata per caso: Robert Doisneau, infatti, stava realizzando un servizio per la rivista americana Life e per questo chiese ai due giovani di posare per lui. Nelle sale del Museo della Grafica è esposta anche l’immagine “Les pains de Picasso”, in cui l’artista spagnolo vestito con la sua tipica maglietta a righe, viene ritratto seduto al tavolo della cucina davanti a dei pani.

Robert Doisneau (1912-1994)  dopo essersi diplomato all’École Estienne, scopre la fotografia da giovane, mentre lavora in uno studio di pubblicità specializzato in prodotti farmaceutici. Nel  1934, fotografo per le officine Renault da cui viene licenziato cinque anni più tardi per assenteismo. Nel 1939 diviene fotografo-illustratore free-lance e nel 1946 entra definitivamente nell’agenzia Rapho. Nel 1974 la Galleria Chateau d’Eau di Toulouse espone le sue opere e, a partire dagli anni Settanta, ottiene i primi importanti riconoscimenti. Da allora le sue fotografie vengono pubblicate, riprodotte e. vendute in tutto il mondo (gli archivi di Robert Doisneau comprendono circa 450.000 fotografie).

La mostra pisana “Robert Doisneau. Pescatore d’immagini“è visitabile dal lunedì alla domenica dalle 09:00 alle 19:00. Il biglietto di ingresso è di 9 euro (ridotto 7 euro).

Robert Doisneau. Pescatore d’immagini – 24 Marzo / 17 Giugno Museo della Grafica Palazzo Lanfranchi Lungarno Galilei 9 Pisa

Per Informazioni
Museo di Palazzo Lanfranchi
Web http://www.museodellagrafica.unipi.it/

IperProfessional la formazione che vale
LaKinzica.it è testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Pisa dal 16 maggio 2011 con autorizzazione n.04/11
Cookie Policy
Cookie Policy