La Kinzica - La tua guida al tempo libero e agli eventi di Pisa e provincia

Alla scoperta di Michel Fingesten


Dall'8 ottobre al 30 novembre gli ex-libris di Michel Fingesten sono in mostra presso l'atrio del palazzo della Provincia e alla Biblioteca Provinciale

Dall’8 ottobre al 30 novembre gli ex-libris di Michel Fingesten sono in mostra presso l’atrio del palazzo della Provincia e alla Biblioteca Provinciale

Dall’8 ottobre al 30 novembre l’atrio della sede centrale della Provincia di Pisa in Piazza Vittorio Emanuele  e la Biblioteca provinciale presso il Complesso Marchesi ospiteranno  una mostra dedicata Michel Fingesten (Butzkowitz, 18 aprile 1884 – Cerisano, 8 ottobre 1943), pittore e incisore ceco, uno dei più grandi artisti di ex libris e di opere in piccolo formato della storia.
Di padre austriaco e madre ebraica, originaria di Trieste (il suo vero nome è  in realtà Michele Finkelstein) si è formato all’accademia di Vienna (suo compagno nei suoi “soli” due anni di studi è stato il pittore e drammaturgo Oskar Kokoschka) e presso la “bottega” di  Franz Von Stuck pittore simobolista-espressionista, anticipatore dell’Art Nouveau e maestro di  Wassily Kandinsky e Paul Klee.

Inizialmente Michel Fingesten abbraccia la pittura e la grafica di piccolo formato (la caricatura in particolare) frequentando i maggiori circolori letterari di Berlino. Apolide e pacifista viene considerato “degenerato” dal regime nazista. Michel Fingesten trova così un rifugio “precario” (è di origine ebraica) in Italia (a Milano) dove fa fortuna collaborando con le principali gallerie d’arte dell’epoca e producendo ex-libris con uno stile caratterizzato da grafismi macabri e spigolosi, un erotismo “sottinteso” e raffigurazioni ciniche delle “viltà” degli uomini. Internato come ebroe” prima nel campo di concentramento di Civitella del Tronto (Teramo) e poi di Ferramonti di Tarsia in Calabria, Michel Fingesten non perse la sua vena creativa, anzi: le ultime opere grafiche (vari dipinti su tavola e “il San Bartolomeo” conservato nell’omonima chiesa) sono considerate straordinariamente significative. Morì nel 1943, dopo la liberazione del campo da parte degli Alleati, in seguito all’infezione di una ferita provocata da un’operazione chirurgica.

La mostra pisana consente di avere una panoramica sul percorso artistico di Michel Fingesten dagli inizi berlinesi al periodi italiano-milanese fino alle opere di fortuna e alle opere “occasionali” realizzata da un grandissimo artista che non ha ancora oggi la fama che merita. La rassegna è a ingresso gratuito ed è visitabile nei giorni feriali

Mostra su Michel Fingesten8 ottobre / 30 novembre Atrio del Palazzo della Provincia (piazza Vittorio Emanuele II Pisa) e Biblioteca Provinciale (Complesso Concetto Marchesi, via Enrico Betti Pisa)

Per informazioni

Provincia di Pisa

web www.provincia.pisa.it

 

 

IperProfessional la formazione che vale
LaKinzica.it è testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Pisa dal 16 maggio 2011 con autorizzazione n.04/11
Cookie Policy
Cookie Policy