La Kinzica - La tua guida al tempo libero e agli eventi di Pisa e provincia

L’incisione al Museo Kienerk


Fino al 17 novembre il Museo Kienerk di Fauglia è sede della mostra "Emilio Mazzoni Zarini e la rinascita dell'incisione nel primo Novecento"

Fino al 17 novembre il Museo Kienerk di Fauglia è sede della mostra “Emilio Mazzoni Zarini e la rinascita dell’incisione nel primo Novecento”

Fino al 17 novembre il Museo Giorgio Kienerk di Fauglia sarà sede della mostra “Emilio Mazzoni Zarini e la rinascita dell’incisione nel primo Novecento” . L’esibizione è dedicata a Emilio Mazzoni Zarini, considerato tra i maggiori incisori di inizio Ventesimo secolo. Di formazione tardo macchiaiola, Emilio Mazzoni Zarini fu legato a Giorgio Kienerk da lunga amicizia. Celebrato dalla critica internazionale fino agli anni Trenta fu poi “oscurato” e dimenticato per la sua scelta di non aderire ai dettami del regime fascista e a nessun movimento artistico “codificato” o sposato al regime. Il percorso espositivo della mostra pisana propone oltre cinquanta opere (tra cui 34 acqueforti, 6 dipinti e 15 disegni) nei quali l’artista riproduce paesaggi fuori dal tempo e dallo spazio esaltati per la loro essenza di luce, atmosfera, ariosità e di cui colpisce l’estrema profondità.

Sono i panorami e i paesaggi toscani umbri, romagnoli e laziali ritratti nella loro semplicità a costituire il trait d’union delle incisioni di Emilio Mazzoni Zarini, che ritrae scorci urbani (con particolare attenzione al greto dell’Arno, al Ponte Vecchio e al Giardino di Boboli) riscoperti da angolazioni inedite, o case  e pagliai privi di alcuna figura e scevri da qualsiasi motivo narrativo. Tra i dipinti che saranno esposti si segnalano i paesaggi come l’olio su tela “Ultime luci” (1900 ca.), veduta dell’Arno al tramonto in cui l’artista si concentra sulle luci riflesse dall’acqua,  “Casa colonica con pagliai” (1903),  “Veduta di Castiglioncello”,  e alcuni ritratti del suo allievo Ennio Cocchi. Il Museo Giorgio Kienerk di Fauglia è nato nel 2008 grazie alla donazione della figlia Vittoria e conserva circa 130 opere  (come  “l’Autoritratto giovanile” e “Ritratto di signora in giardino”) l’epistolario e  documenti personali. In occasione della mostra dedicata a Emilio Mazzoni Zarini sarà esposto per la prima volta il secondo lotto di opere donate al museo.

La mostra pisana “Emilio Mazzoni Zarini e la rinascita dell’incisione nel primo Novecento” è a ingresso libero ed è visitabile il martedì e il giovedì alle 10:00 alle 12:30, il venerdì dalle 15:30 alle 18:30 e il sabato e la domenica dalle 10:00 alle 12:30 e dalle  15:30 alle 18:30

Emilio Mazzoni Zarini e la rinascita dell’incisione nel primo Novecento –   30 settembre / 17 novembre Museo Giorgio Kienerk – Palazzo Comunale piazza Trento e Trieste 2 Fauglia

Per informazioni
Museo Giorgio Kienerk
Tel. 050/657328 e 050/22046 50
web www.comune.fauglia.pi.it

IperProfessional la formazione che vale
LaKinzica.it è testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Pisa dal 16 maggio 2011 con autorizzazione n.04/11
Cookie Policy
Cookie Policy