La Kinzica - La tua guida al tempo libero e agli eventi di Pisa e provincia

Un pittore pisano al tempo di Paolo Guinigi


"I Santi Quirico, Giulitta e Sisto Papa": una delle opere di Battista di Gerio esposte al museo di Villa Guinigi di Lucca per la mostra  "Pittori a Lucca al tempo di Paolo Guinigi"

"I Santi Quirico, Giulitta e Sisto Papa": una delle opere di Battista di Gerio esposte al museo di Villa Guinigi di Lucca per la mostra "Pittori a Lucca al tempo di Paolo Guinigi"

Pittori a Lucca al tempo di Paolo Guinigi – Battista di Gerio in San Quirico all’Olivo” è la mostra organizzata al Museo Nazionale di Villa Guinigi fino al 6 gennaio 2013. La rassegna è curata dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici, Artistici ed Etnoantropologici per le province di Lucca e Massa Carrara in collaborazione con il Musée du Petit Palais di Avignone e il CICRP (Centro Interregionale per la Conservazione e il Restauro del Patrimonio) di Marsiglia.

Il museo nazionale di Villa Guinigi ospita un ricca collezione di reperti etruschi e romani rinvenuti nella zona di Lucca città e conserva strumenti di misura del XVIII e XIX secolo e capolavori risalenti dal Medioevo al Settecento come la “Croce Dipinta” di Bartolomeo Berlinghieri, due “Madonne con bambino” di Donatello e le tele “Dio Padre in gloria tra le sante Maria Maddalena e Caterina da Siena” e “Madonna della Misericordia” di Fra Bartolomeo.

Il percorso espositivo di “Pittori a Lucca al tempo di Paolo Guinigi – Battista di Gerio in San Quirico all’Olivo”, ospitato all’interno della sezione museale dedicata al Gotico e al Rinascimento, consente di ammirare la ricomposizione del trittico realizzato nel 1417  per la Chiesa di San Quirico all’Olivo da Battista di Gerio: artista pisano dei primi del XV secolo portatore di influenze  tardo-gotiche (Spinello Aretino, Giuliano di Simone, Angelo Puccinelli e Gherardo Starnina) ma anche anticipatore dell’arte “fiorentina” di Beato Angelico e Masaccio. Battista di Gerio frequentò la “corte” di Paolo Guinigi, signore di Lucca dal
dal 1400 al 1430, mecenate che incoraggiò il commercio, la diplomazia e le attività finanziarie e incentivò la produzione artistica favorendo l’incontro tra gli artisti e il loro personale percorso stilistico.

Il trittico fu realizzato nel 1417 per la Chiesa di San Quirico all’Olivo (oggi di proprietà privata) e poi fu successivamente smembrato. La parte centrale,  “la Madonna in trono con Bambino” è esposta alla Collezione Johnson del Philadelphia Museum of Art e, per il cattivo stato di conservazione, che ne ha impedito il trasporto, è sostituita alla mostra lucchese da una riproduzione in scala 1/1. La parte sinistra,  “I Santi Giuliano, Luca e un donatore” è stata “donata” per la rassegna dal Musée du Petit Palais di Avignone, mentra la tavola destra  “I Santi Quirico, Giulitta e Sisto Papa”, acquistata nel 1999 dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali è destinato al Museo Nazionale di Villa Guinigi di Lucca. La mostra ripercorre le vicende di Battista di Gerio e illustra, tramite  pannelli e video, i restauri eseguiti dal Laboratorio di Restauro della Soprintendenza BAPSAE di Lucca e Massa Carrara e dal CICRP (Centro Interregionale per la Conservazione e il Restauro del Patrimonio) di Marsiglia, in collaborazione con il Musée du Petit Palais del Comune di Avignone.

La mostra lucchese “Pittori a Lucca al tempo di Paolo Guinigi – Battista di Gerio in San Quirico all’Olivo” è visitabile dal martedì al sabato dalle 8:30 alle 19:30 e la domenica e i festivi dalle 8:30 alle 13:30. L’ingresso alla mostra e al museo è gratuito.

“Pittori a Lucca al tempo di Paolo Guinigi – Battista di Gerio in San Quirico all’Olivo” – 25 luglio 2012 / 6 gennaio 2013 Museo Nazionale di Villa Guinigi (Via della Quarquonia  Lucca).

 

Per informazioni
Museo Nazionale di Villa Guinigi
Tel. 0583 496033
e-mail sbappsae-lu.museilucchesi@beniculturali.it
web www.luccamuseinazionali.it

 

IperProfessional la formazione che vale
LaKinzica.it è testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Pisa dal 16 maggio 2011 con autorizzazione n.04/11
Cookie Policy
Cookie Policy