La Kinzica - La tua guida al tempo libero e agli eventi di Pisa e provincia

L’opera di Colin Darke


Colin Darke mentre completa "Gli Dei Partono", opera visitabile presso l'Associazione Car.Ma fino al 2 dicembre

Colin Darke mentre completa "Gli Dei Partono", opera visitabile presso l'Associazione Car.Ma fino al 2 dicembre

Fino al 2 dicembre presso gli spazi dell’associazione CAR.MA (CARico Massimo) sarà visitabile l’’esposizione d’arte contemporanea “Gli Dei Partono” di Colin Darke. L’inaugurazione proseguirà poi al Teatro C a partire dalle ore 21:30 con la proiezione del documentario realizzato da Darke durante l’allestimento della mostra. La rassegna organizzata in collaborazione con il Teatro C di Livorno è incentrata sull’opera “Gli Dei Partono“, rappresentazione ispirata al carteggio Gramsci/Trotsky, il cui testo (una lettera inviata da Antonio Gramsci a Leon Trotsky nel 1922 riguardante il movimento futurista italiano) è “scolpito” per intero sopra 556 mele disposte sul pavimento dello spazio espositivo dell’associazione.

L’arte di Colin Darke è espressa in un linguaggio che è una via di mezzo tra pittura/installazione e scrittura:  dove la parola scritta assume una connotazione politica ed emblematica ed è inserita nel contesto, realizzato con un altro linguaggio figurativo e simbolico, che la esalta fungendo da megafono. L’idea della scrittura nasce dalla analisi dei “Camm”, i biglietti scritti durante la guerra civile irlandese dai prigionieri repubblicani su cartine di sigarette incollate l’una con l’altra. Colin Darke studia i testi storici  che lo ispirano e poi realizza le sue opere  (tutte personalmente e senza l’ausilio di strumentazione elettronica) che sono state esposte in Irlanda, in Gran Bretagna, negli Stati Uniti, in Canada, alla Biennale di Venezia 50 nel 2003 e la Biennale di Busan nella Corea del Sud nel 2004.

I frutti dell’opera “Gli dei Partono” sono un richiamo alla Natura Morta di Gustave Courbet, nella quale compaiono mele in decomposizione, dipinta durante i sei mesi di prigionia ai quali fu  condannato per aver partecipato alla Comune di Parigi e aver voler attuare il decreto Comunale che prevedeva la distruzione della Colonna della Grande Armée di Place Vendôme (Parigi): il simbolo del potere costituito. Secondo Colin Darke le mele dipinte dal grande pittore di Ornans simboleggiano anche i 30.000 Comunardi massacrati dalle truppe governative durante la terribile Settimana di sangue (21 – 28 maggio del 1871) a seguito della pace fra la Francia di Napoleone III e la Prussia di Bismark. La lettera di Gramsci, invece, si colloca nel XX secolo, in un momento cruciale circa il dibattito sul rapporto fra arte e politica, un rapporto che lo stesso Darke giudica irrisolvibile.

La mostra livornese è visitabile su prenotazione chiamando il numero +39338.6270827.

Gli Dei Partono – 14 novembre / 2 dicembre CAR.MA (CARico Massimo) Via della Cinta Esterna 48/50 Livorno

Per Informazioni
CAR.MA (CARico Massimo)
web  http://caricomassimo.wordpress.com

IperProfessional la formazione che vale
LaKinzica.it è testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Pisa dal 16 maggio 2011 con autorizzazione n.04/11
Cookie Policy
Cookie Policy