La Kinzica - La tua guida al tempo libero e agli eventi di Pisa e provincia

Il Canto della Sirena


Josephine Foster

Josephine Foster

Uno dei principali eventi dell’estate pisana è senza dubbio il concerto del 7 luglio al Leo Caffé di Josephine Foster la sirena del folk. Influenzata dal rock n roll, dalla musica classica e da quella popolare nord-americana (come il Tin Pan Alley) la Foster è un artista alla quale l’etichetta di folk-singer sta indubbiamente un po’ stretta. La sua musica acustica, arricchita dalla voce acutissima e contraddistinta da melodie celtiche, e le liriche ispirate a fiabe e alla letteratura anglo tedesca rendono la Forster un personaggio sui generis nel panorama della musica folk e d’avanguardia come testimonia anche la sua variegata produzione musicale. Aperta alle sperimentazioni, dopo quattro opere tra album ed EP Josephine nel 2004 ha realizzato un disco di rock-country-protopunk (“All the Leaves Are Gone”) con i Supposed (Brian Goodman voce chitarra e basso e Rusty Peterson batteria) nel quale il suo cantato in stile soprano si staglia sopra ritmiche sostenute e un drumming possente.

Poi nel 2006 pubblica “A Wolf In Sheep’s Clothing” coraggioso viaggio nella reinterpretazione di opere (letterarie e musicali) d’epoca romantica nel quale rivisita arie di Schubert e Brams e testi di Eichendorff e Goethe proponendo brani arcani, d’atmosfera medioevale nei quali risuona, senza risultare fuori luogo, il tocco della chitarra elettrica. Nel 2008 Josephine Foster spiazza e soprende positivamente il pubblico con “This coming Gladness”, album di struggente bellezza nel quale convivono arrangiamenti jazz, melodie malinconiche, sonorità dell’alternative-country e richiami alla musica degli indiani d’America. Nel 2009 con “Graphic as a Star” nuova sterzata: questa volta la Foster mira ancora più in alto e la musica di Josephine si fa arte, letteratura e sentimento: la cantante di Chicago offre infatti un’interpretazione “pulita” (è  accompagnata solo dalla chitarra acustica) di alcune delle liriche di Emily Dickinson cantate e interpretate da Josephine in modo intenso e appassionato.

Josephine Foster è acclamata dalla critica come una dei principali cantautori della nuova generazione americana insieme a Devendra Banhart, Jana Hunter,Joanna Newsom e Sufjan Stevens.

Josephine Foster
7 luglio (ore 20:30) LeoCaffè –  presso la Stazione Leopolda
Piazza Guerrazzi, angolo via Francesco da Buti
Biglietto 7 euro (12 euro per “apericena”)

IperProfessional la formazione che vale
LaKinzica.it è testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Pisa dal 16 maggio 2011 con autorizzazione n.04/11
Cookie Policy
Cookie Policy