La Kinzica - La tua guida al tempo libero e agli eventi di Pisa e provincia

Navigando col Wi-Fi (gratis) a Pisa


Wi-fi gratis a Pisa

Wi-fi gratis a Pisa: hotspot, aree coperte, configurazione e consigli

Effettuare una prenotazione on-line al locale preferito mentre si passeggia per Pisa, o controllare la programmazione dei cinema (magari visitando la sezione ad hoc de LaKinzica) mentre si gira per la città o ancora consultare un motore di ricerca o il proprio portale preferito per ottenere informazioni con lo smartphone o il tablet (o il netbook e il portatile) mentre si fa una scampagnata in città. Questi sono alcuni dei vantaggi offerti dai dispositivi che si collegano a Internet in mobilità. Se poi tali dispositivi si collegano a un hot-spot Wi-Fi pubblico e gratuito i vantaggi sono addirittura doppi: non si pagano costi di navigazione e la durata della sessione non va a incidere sull’eventuale “monte” di GB o ore comprese nel canone mensile.

Sono in pochi a saperlo ma il comune di Pisa (come quello di Pontedera, per leggere il relativo articolo fai clic qui)ha provveduto a installare in città (e non solo nel centro storico) una serie di hot-spot pubblici che consentono di accedere a Internet e di navigare gratuitamente. Qualche chiarimento per capire di cosa stiamo parlando.

Con il termine di hotspot viene identificata l’area dove è presente un provider che offre accesso Internet in modalità wireless (cioè senza fili). Gli hotspot offrono una connessione gratuita (come nel caso di quelli del comune) o a pagamento (come per esempio alcuni presenti nelle aree di servizio delle autostrade o degli areoporti come al Galileo Galilei). La più nota connessione senza fili è quella Wi-Fi che utilizza la famiglia dei protocolli IEEE 802.11x evolutasi in diversi standard ciascuno dei quali ha una diversa capacità di banda: la classe B fino  a 11 Mb al secondo, la G fino a 54 Mb al secondo e la N fino a 450 Mb al secondo. Prima di lasciarsi prendere da facili entusiasmi si ricorda che i valori indicati rappresentano tetti massimi e che la velocità effettiva sarà largamente inferiore (dipende dalla qualità del segnale, dalle caratteristiche dello smartphone e dalla scheda di rete montanta nel portatile, dal numero di utenti collegati alla Rete ecc ecc) a questi valori di riferimento e anche alla banda della propria connessione ADSL domestica, ma sufficiente comunque per godere dei principali servizi on-line.

Per sfruttare la connettività Wi-Fi offerta dagli hotspot “piazzati” dal comune di Pisa, occorre innanzitutto completare la procedura di autenticazione e registrazione disponibile a questo link e che prevede la comunicazione di nome, cognome, e-mail e numero di cellulare. Al  termine un SMS contenente username e password fornirà i dati di accesso da inserire per connettersi alla Rete (username e password sono sempre gli stessi indipendentemente dalla dislocazione geografica degli hotspot pubblici e comunali ai quali ci si collega.

Gli hotspot, o meglio le aree, dove oggi è disponibile il collegamento Wi-Fi gratuito, sono (fatti salvi problemi temporanei causati da disservizi e problemi vari) le seguenti:

Hotspot “Logge di Banchi”: la copertura che va da Piazza XX Settembre a Piazza Garibaldi coprendo il Ponte di Mezzo.

Hotspot “Viale Piagge”: dal comando dei Vigile del Fuoco per il viale delle Piagge fino all’area antistante la Facoltà di Veterinaria

Hotspot “Comune di Pisa”: Palazzo Gambacorti: il piano terra con l’anagrafe e il chiostro interno, il piano ammezzato, il piano primo con gli uffici del sindaco e degli Assessori e le sale della Giunta e del Consiglio e il terzo piano. Palazzo Pretorio-Cevoli, il piano terra (anche la biblioteca dei ragazzi e il chiostro), il primo piano (la bilbioteca comunale, gli uffici edilizia privata e la sala d’aspetto) e il secondo piano.

Hotspot “Largo Ciro Menotti”: con copertura che va dalla parte meridionale di Borgo Largo fino a piazza Garibaldi.
Nel futuro saranno coperte dal Wi-Fi comunale anche le seguenti aree: seconda parte del viale delle Piagge (Centro SMS e nuova biblioteca comunale) e le zone coperte dagli hotspot dell’Università di Pisa. Sono in fase di studio i progetti per portare il Wi-Fi in piazza Dante, piazza Gambacorti (o della Pera), piazza san Paolo a Ripa d’Arno, piazza dei Miracoli, piazza delle Baleari (Marina di Pisa), nella piazza centrale di Tirrenia, nei distretti scolastici e al Giardino Scotto.

Consigli per l’uso di una connessione Wi-Fi pubblica (e gratuita):

Usare un firewall (per esempio Windows Firewall o ZoneAlarm). Se è installato nel dispositivo accertarsi di averlo attivato.
Disconnettersi dal collegamento Wi-Fi quando non lo si utilizza più.
Prestare la massima attenzione a inserire dati sensibili (password, dati carta di credito, coordinate conto corrente) durante la sessioni di navigazione.
Se si ha la necessità di effettuare acquisti on-line, accertarsi di immettere codici della carta di credito solo in pagine criptate (contraddistine da un indirizzo Web che inizia con “https” e dall’icona di un lucchetto visualizzata dal browser).
Dopo essersi collegati alla propria rete domestica e/o lavorativa cambiare i dati di accesso agli account ai quali si è acceduto in modalità wireless (Wi-Fi).

IperProfessional la formazione che vale
LaKinzica.it è testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Pisa dal 16 maggio 2011 con autorizzazione n.04/11
Cookie Policy
Cookie Policy