La Kinzica - La tua guida al tempo libero e agli eventi di Pisa e provincia

Giovanna va al rogo tra le mura di Lucca


Giovanna al rogo è l'ultimo spettacolo del Teatro Del Carretto, in scena nel Baluardo San Regolo a Lucca dal 13 settembre al 7 ottobre

di Elena Di Stefano

Tra i molti eventi previsti nel ricco programma del Settembre Lucchese, dedicato come ogni anno ai temi del sacro, della spiritualità e della storia, la compagnia Teatro Del Carretto propone il riallestimento di “Giovanna al rogo”, spettacolo ispirato alla controversa figura di Giovanna d’Arco, ambientato nei suggestivi Sotterranei delle Mura cittadine, presso il Baluardo San Regolo nel Giardino Botanico di Lucca, dal 13 Settembre al 7 ottobre 2012 (alle ore 17:00, riposo i lunedì, ingresso unico 10 euro). Le possenti mura di Lucca sono lo scenario naturale e ideale per lo spettacolo, ambientato nel carcere dove Giovanna (l’attrice Elsa Bossi) ripercorre la sua vicenda storica interiore, in una sorta di ricapitolazione della propria esistenza che si dipana tra allucinati ricordi del passato e l’ineludibile approssimarsi della sua condanna per eresia, scandita dai suoi grotteschi carnefici (Giacomo Vezzani, Nicolò Belliti, Andrea Jonathan Bertolai) e dalla voce inquietante dell’inquisitore (Dario Cantarelli). Ancora una volta vincente per armonia e originalità il sodalizio artistico tra la regista Maria Grazia Cipriani, che firma anche l’adattamento, e lo scenografo Graziano Gregori, affiancati dall’ambientazione sonora di Hubert Westkemper.

Nata nel 1412 da un’umile famiglia francese, Giovanna d’Arco iniziò all’età di tredici anni a sentire voci divine che la chiamavano a salvare il Regno di Francia, afflitto dalla Guerra dei Cent’anni contro l’Inghilterra. La giovane si unì alle truppe francesi e contribuì alla loro vittoria e all’incoronazione di Carlo VII. Catturata dai Borgognoni, fu venduta agli Inglesi che a loro volta l’affidarono alla Chiesa, a loro asservita. Giovanna venne sottoposta a un crudele processo per eresia che si concluse con la condanna al rogo: vent’anni dopo venne dichiarata la nullità del processo e Giovanna d’Arco venne riabilitata. Beatificata nel 1909 e canonizzata nel 1920, Giovanna fu proclamata patrona di Francia ed è oggi celebrata come eroina nazionale. La sua figura resta tuttavia avvolta dal mistero: le molte e diverse interpretazioni non sono riuscite a ricostruire una verità storica univoca e la vicenda di Giovanna è stata più volte asservita a ragioni ideologiche e di convenienza storica. La figura tragica e visionaria di Giovanna, stretta dai vincoli della società del tempo, tradita, perseguitata dai potenti, condannata e osannata, resta attuale e  mantiene una forza e una verità universali: quella di chi è vittima dell’abuso di potere.

“Giovanna al rogo” unisce alla ricostruzione storica della vicenda di Giovanna d’Arco la potenza espressiva del linguaggio scenico che caratterizza da ormai 30 anni il raffinato lavoro del Teatro Del Carretto, fondato a Lucca nel 1983 e riconosciuto nel panorama internazionale come una delle più interessanti compagnie italiane di teatro d’innovazione. Ospite con il suo repertorio in teatri e festival di tutto il mondo, ha più volte rappresentato l’Italia in manifestazioni internazionali, ricevendo numerosi premi e riconoscimenti.

Giovanna al rogo
del Teatro Del Carretto
Dal 13 Settembre al 7 Ottobre 2012 (lunedì riposo) ore 17
Sotterranei del Baluardo San Regolo – Via del Giardino Botanico – Lucca

Biglietti: ingresso unico Euro 10

Per prenotazioni e informazioni:

Teatro Del Carretto
Tel. 0583/48684
E-mail: info@teatrodelcarretto.it
Web: www.teatrodelcarretto.it

IperProfessional la formazione che vale
LaKinzica.it è testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Pisa dal 16 maggio 2011 con autorizzazione n.04/11
Cookie Policy
Cookie Policy