La Kinzica - La tua guida al tempo libero e agli eventi di Pisa e provincia

Sozzi a Volterra


Luciano Sozzi a Volterra

Luciano Sozzi a Volterra

Dal 6 al 20 maggio compresi sarà possibile ammirare presso Palazzo Pretorio a Volterra una mostra dell’artista Luciano Sozzi, originario dello stesso borgo medievale. L’esposizione è organizzata a cura dell’associazione Generazione In Arte – FotoImmagine, con la direzione artistica di Sergio Borghesi ed il contributo della Fondazione CRV , il sostegno  di Fotoimmagine-Generazioni in Arte, ASL 5, Società della Salute e con il patrocinio del Comune di Volterra. Sozzi è un autore visivo dalla variegata carriera, segnata dalla pittura e dalla grafica, fra le arcaiche e rallentate ambientazioni della storia e della natura, oltre all’impegno politico a Pisa, fino alle ragioni underground ed alienanti, caratteristiche della più frenetica Milano.

Numerose le influenze artistiche percepibili, con elementi di Hopper quali i nottambuli, i soggetti remoti e inaccessibili, prigionieri di  una struggente sospensione temporale, talvolta perturbata dal movimento incalzante della memoria. Per non dimenticare la pop art, con l’accentuazione del protagonismo, ma anche la sintetica solitudine, tipica dell’oggetto d’uso e di consumo. Passando anche per l’iperrealismo, manifestazione nella definizione estrema del dettaglio, con luce e colori squillanti, in un racconto di cui però rimangono solitari e sganciati fotogrammi salienti.
Nella rassegna intitolata Luciano Sozzi – Opere 1970-1989 vengono presentate opere il cui filo conduttore, oltre alla tecnica sopraffina, sembra essere il movimento sequenziale in chiave esistenziale. Qualcosa che accade, o che è accaduto, nel retroscena di una rievocazione perturbata anche nella statica, nella quale la figurazione rimanda identità fragili, pur nel mostrarsi in una inconfutabile evidenza iperreale. Rivelate da una luce che non scalda, definite da volumi morbidi, si pongono, con straordinaria sintesi, fra semplice spontaneità e accentuato protagonismo. Quello scatto che, a partire dalla realtà, va oltre la realtà stessa, con espedienti anche ironici. Alcuni lavori che esemplificano lo stile e la ricerca dell’artista sono il Sacrificio di Isacco, una rivisitazione in chiave pop del noto quadro di Caravaggio, od anche il ricorrente gioco di contraddizioni fra scena e retroscena, la rottura inattesa della sequenza del quadro (come ad esempio i personaggi sullo sgabello) che, da atmosfere metafisiche, rimandano, secondo l’analisi di Daniele Luti, amico dell’artista dagli anni ‘70, ad impliciti e analitici simboli e non-sense di matrice surreale.
L’esposizione sarà inaugurata ufficialmente sabato 9 maggio, alle ore 17.30, presso lo spazio espositivo delle Logge di Palazzo Pretorio.
La mostra sarà fruibile tutti i giorni ad ingresso libero negli orari 10-12.30 e 14.30-19.00.
Luciano Sozzi, Opere 1970/1989 – dal 6 al 20 maggio – Logge di Palazzo Pretorio, Piazza dei Priori, Volterra (Pi)

Per informazioni:
339 58 51 268

IperProfessional la formazione che vale
LaKinzica.it è testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Pisa dal 16 maggio 2011 con autorizzazione n.04/11
Cookie Policy
Cookie Policy