La Kinzica - La tua guida al tempo libero e agli eventi di Pisa e provincia

La vigilia del Capodanno Pisano


Il 25 marzo si celebra il Capodanno Pisano: ma i festeggiamenti partono la Vigilia

Il 25 marzo si celebra il Capodanno Pisano: ma i festeggiamenti partono la Vigilia

Il 25 marzo, Pisa, fedele alla sua antica tradizione di Repubblica Marinara, festeggia il Capodanno proprio in coincidenza con il giorno dell’Annunciazione (la Festa di Maria Annunziata), nove mesi prima della nascita di Gesù (Anno Pisano ab Incarnatione Domini).

Il Capodanno Pisano fu in vigore dal 1200 al 1749, ma le sue origini e celebrazioni risalgono ancora più indietro nel tempo. Alcuni studiosi ritengono che tale ricorrenza si celebrasse addirittura prima del XI secolo in virtù degli studi dei teologi pisani, rinomati a Costantinopoli, che vollero così ancorare l’evento alla base dell’inizio dell’era cristiana (l’Annunciazione) all’inizio dell’anno civico. I Pisani, unico “popolo” ad aver adottato una tradizione del genere, accompagnarono tale scelta con numerosi segnali di fede. Uno di questi era certamente  l’altare del transetto sinistro della Cattedrale di Santa Maria Assunta che inizialmente era stato intitolato a santa Maria Annunziata per poi essere trasformato successivamento in quello del Santissimo Sacramento.

Inoltre il fascio di sole che alle 12:00 ora locale attraversava la “Finestra aurea” per illuminare una di marmo istoriato collocata nel pavimento del presbiterio simboleggiava la verginità della Madonna divenuta madre per volontà di Dio, l’Annunciazione. Oggi ogni 25 marzo si celebra il Capodanno Pisano quando lo stesso fascio di luce illumina alle 12:00, ora legale, un ovulo di marmo situato accanto al pilastro nero posto vicino al Pergamo di Giovanni Pisano. Tale ovulo fu collocato in tale posizione nel 1897 dopo che l’Italia dei Savoia aveva adottato il tempo medio dell’Europa Centrale.

Il 25 marzo però non fa riferimento solo a una rilevante festa religiosa, ma anche alle suggestioni degli astri: l’equinozio di Primavera segnato dal passaggio del Sole nel punto Gamma. Si tratta di uno dei due punti (equinoziali)  nei quali l’equatore celeste (proiezione dell’equatore terrestre ingrandito finché non incontra la sfera celeste) interseca l’eclittica (percorso apparente del Sole rispetto allo sfondo del sistema celeste). Si tratta del punto nel quale il Sole  passa dall’emisfero celeste australe a quello boreale e ha inizio la primavera astronomica. Si chiama Punto dell’Ariete in quanto 2000 anni fa il Sole si trovava, nell’equinozio di Primavera, in corrispondenza della costellazione dell’Ariete (oggi è in quella dei Pesci). È allora interessante sottolineare la precisione certosina delle maestranze che hanno lavorato alla costruzione del Duomo ricordando che l’angolo tra l’asse della Cattedrale (misurato sotto la cupola) e la porta della torre è pressoché identico ai 23,27 gradi dell’angolo che l’Equatore Celeste fa con l’eclittica proprio il 25 marzo….

Il 25 marzo a Pisa sarà già 2013 (per l’elenco degli eventi in calendario il 25 marzo  fate rifermento a questa pagina) ed è l’occasione per una serie di celebrazioni, in città e in provincia che iniziano la vigilia il 24 marzo: per la Provincia si segnalano VolterraGusto a Volterra, la Festa del Camminare a Vicopisano, Gust’Arte a Pontedera e le Giornate del Romanico pisano in varie località della Provincia di Pisa. Il primo degli eventi pisani in programma la vigilia è il ricordo (ore 11: Aula Magna del Palazzo del La Sapienza) dello scienziato Antonio Pacinotti a 100 anni dalla morte, e si prosegue con visite guidate,  l’apertura straordinaria dei musei e feste in piazza.

Alle 17:00 del 24 marzo nelle piazze Vittorio Emanuele II, XX settembre, Garibaldi, La Pera , nelle Logge di Banchi e in Borgo Largo avranno luogo spettacoli (balli, performance di sbandieratori e duelli medievali come tiro della balestra) organizzata dalla Scuola di Formazione della Manifestazioni storiche del Comune di Pisa. Alle 21:00 altro giro di spettacoli (balli rinascimentali, dimostrazioni di scherma, Palio della Balestra) nelle piazze Vittorio, XX settembre, Garibaldi, Largo Ciro Menotti e del Carmine organizzati dalla Compagnia Musici e Sbandieratori Pisani.

La serata proseguirà con la Notte Bianca (negozi aperti fino alle 22) e cene tipiche nei ristoranti con menù speciali dedicati al Capodanno Pisano.

Per le visite guidate sono in calendario quella a piazza dei Miracoli e il Percorso Galileiano: la prima parte alle 11:30 (ritrovo davanti al museo delle Sinopie) prevede l’ingresso in Cattedrale e al Battistero. La quota di partecipazione è 8 euro, 6 euro per ragazzi da 10 a 18 anni, grauito per gli under 10. La seconda è una passeggiata di due ore per il centro storico tra i luoghidi Galileo Galilei. Il ritrovo è alle 17:00 sempre davanti al Museo delle Sinopie (i prezzi sono quelli indicati per l’itinerario precedente): per informazioni sulle due escursioni PisaGuide 050/822207 e piccini.silvia@tiscalinet.it.

Inoltre è previsto Tour liturgico: l’arte nella fede (ore 15:00. 4 euro a persona): escursione di un’ora e mezzo alla scoperta del valore sacrio dei monumenti di Piazza dei Miracoli. Per parrtecipare occorre prenotare entro le 13:00 del 23 marzo chiamando il numero verde gratuito 800144385 o lo 050/891349.

A San Rossore, sempre il 24 marzo sono in programma alle 10:00 le visite al sentiero naturalistico “Sabrina Bulleri” (la visita è a piedi), e alle Dune di Tirrenia – Oasi Naturalistica WWF – Tenuta di Tombolo (visita prevista anche alle 15:00 per informazioni e prenotazioni Centro Visite San Rossore 050/530101). Inoltre sia alle 10:00 sia alle 14:30 è in programma l’escursione in carrozza nella  Tenuta di San Rossore (per informazioni e prenotazioni info@sanrossoreincarrozza.it 335.7113793 – 330.206235), visite guidate in bici a San Rossore (ore 15:00 per informazioni e prenotazioni Centro Visite San Rossore 050/530101) o a cavallo (ore 15:30 escursione anche per i meno esperti per informazioni e prenotazioni valeria.gambogi@virgilio.it 338.3662431 – 330.778623).

La “vigilia del capodanno pisano” si festeggia però anche in Provincia. Ecco allora il calendario degli appuntamenti previsti fuori Pisa.

Visita al Parco delle Fumarole (Località Sasso Pisano – Castelnuovo Val di Cecina)
L’escursione inizia alle 10:00 (punto di  ritrovo l’Ufficio Turistico a Sasso Pisano) e si snodo in un percorso a piedi di 3 chilometri (durata 2 ore e mezzo) lungo il parco per ammirare i fenomeni geotermici. Al termine pranzo al sacco o al Ristorante il Tinaio (menù fisso 11 euro bevande escuse).
Pranzo libero o presso Ristorante il Tinaio (Menu turistico da euro 11 escluse bevande, per prenotazioni chiamare lo  0588 26023).
L’escursione è gratuita. Per informazioni e prenotazioni (da effettuarsi entro le ore 18 del 22 marzo) contattare l’Ufficio Turistico di Castelnuovo Val di Cecina: tel. 0588 20775 o +39329 6503747, e-mail utc@comune.castelnuovo.pi.it

Visita del museo del Canapaio e scavi archeologici del Bagnone (Località Sasso Pisano – Castelnuovo Val di Cecina)
Il ritrovo è alle 14:30 sempre davanti all’ufficio turistico di Sasso Pisano. Il percorso prevede la visita del complesso sacro-temale etrusco-romano e del museo che espone i reperti rinvenuti nel complesso che si trova in località Bagnone. Anche questa escursione è gratuita. Occorre la prenotazione che deve essere fatta entro le ore 18 del 22 marzo. Per informazioni Ufficio Turistico di Castelnuovo Val di Cecina: tel. 0588 20775 o +39329 6503747, e-mail utc@comune.castelnuovo.pi.it.

Arte e sapori a Palaia
Alle ore 16.00 visita guidata alla Pieve romanica di San Martino e alle altre chiese di Palaia. Alle 17:00 visita alle antiche cantine della Fattoria Usiglian Del Vescovo e degustazione di vini e prodotti del territorio. Per informazioni e prenotazioni Comune di Palaia tel. 0587 62141-7 e-mail prot@comune.palaia.pisa.it, Fattoria Usiglian del Vescovo tel. 0587 622138 e-mail f.lomi@usigliandelvescovo.it

Peccioli apertura straordinaria di musei e chiese (tutti a ingresso gratuito).
Pieve di San Verano (10.00-13.00)
Museo delle Icone Russe “F. Bigazzi” (10.00-13.00; 15.00-19.00)
Museo Archeologico (10.00-13.00; 15.00-19.00)
Museo Collezione Incisioni e Litografie (10.00-13.00; 15.00-19.00)
Museo di Arte Sacra (10.00-13.00)

Vigilia del Capodanno Pisano – 24 marzo Pisa (e Provincia)

 

IperProfessional la formazione che vale
LaKinzica.it è testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Pisa dal 16 maggio 2011 con autorizzazione n.04/11
Cookie Policy
Cookie Policy