La Kinzica - La tua guida al tempo libero e agli eventi di Pisa e provincia

Lirica al Verdi


Un allestimento del Flauto Magico di Mozart, in programma al Teatro Verdi il 14 e 15 Gennaio 2017

Un allestimento del Flauto Magico di Mozart, in programma al Teatro Verdi il 14 e 15 Gennaio 2017

Il cartellone della Stagione Lirica 2016-2017 del Teatro Verdi di Pisa alterna titoli del grande repertorio a opere meno “note”. La stagione fa il suo esordio con il Rigoletto di Giuseppe Verdi (15 e 16 Ottobre), una delle composizione verdiane più apprezzate per la l’efficacia drammaturgica e la potenza lirica. Tratto dal dramma di Victor Hugo Le Roi s’amuse, Rigoletto racconta di un re-duca libertino, di potenti che vincono sempre e descrive quella parte dell’animo umano, complessa, difficilmente ascrivibile alla categoria del bene o del male, e nel rapporto padre-figlia ed è come protagonista un uomo deforme (“Rigoletto”)  sarcastico buffone di corte e padre affettuoso e protettivo della figlia Gilda che sceglie di sacrificarsi per l’uomo che ama, il Duca, poco “meritevole del suo sacrificio…Il cast prevede la direzione di Gianni Fratta, la regia di Federico Bertolani (scene di Giulio Manetti e costumi Mirella Magagnini), dell’Orchestra Filarmonia Veneta. Nelle parti principali troviamo Elia Fabbian e – Sergio Bologna ( Rigoletto), Desirée Rancatore e Venera Protasova (Gilda),  Roberto Iuliano e Max Jota (Duca di Mantova).

Mors et Vita di Charles Gounod è l’opera in programma il 22 ottobre. Oratorio vittoriano per soli, coro e orchestra è proposta dalla Orchestra Jugend-Sinfonieorchester der Wiesbadener Musikakademie / Wiesbadener Musik & Kunstschule diretta da Christoph Nielbock.  Mors et Vita è  una trilogia ispirata da un sontuoso linguaggio musicale che lega i grandi Requiem tradizionali, le cantate meditative e gli oratori sacro-spirituali. Composto su testi liturgici latini, si sviluppa in tre parti: la prima parte, Mors, inizia con un prologo e il celebre coro Ego sum resurrectio et vita e prosegue con il testo liturgico dei defunti; la seconda parte è il Judicium ed evoca in successione la resurrezione dei morti, il giudizio degli eletti e il giudizio dei dannati; infine, la terza parte, Vita, ha come sottitolo “Visione di San Giovanni”.

Per il 19 e 20 novembre è proposto il  trittico “Sancta Susanna” “Suor Angelica” e “Gianni Schicchi”. La prima è opera in un atto di Paul Hindemith e i testi dell’omonimo dramma originale di  August Stramm.   Le  altre due sono composte da Giacomo Puccini e sono in genere proposte nel Trittico con “Il Tabarro”. Alla cupezza di “Sancta Susanna”, che racconta il rifiuto di Susanna di confessare il proprio peccato, fanno da contraltare il sentimento religioso che pervade il cammino di redenzione in Suor Angelica e il divertimento farsesco del Gianni Schicchi.

Benjamin Britten è il protagonista della serata del 4 dicembre con “Il Figliol prodigo” (“the Prodigal Son”) e “Il Piccolo Spazzacamino” (“The Little Sweep”): la prima composizione fa parte del triccico sulle parabole da chiesa, l’altra ispirata a versi di William Blake (il libretto è di Eric Crozier) rappresenta un nuovo modo di fare musica per ragazzi. Eddi De Nadai dirige l’Orchestra Arché e il Coro Alunne e Alunni degli Istituti Comprensivi di Pisa (regia di Sonia Dorigo).

C’è grande attesa per le serate del 14 e 15 Gennaio quando andrà in scena Die Zauberflöte, il “Flauto Magico” di Wolfganf Amadeus Mozart (con l’Orchestra Toscana diretta da Dejan Savić, regia, scene e costumi Lindsay Kemp) . Un geniale intreccio di magia e favola, sacro e profano, il Flauto Magico è un “singspiel” (genere operistico che alterna parti cantate ad altre recitate) in due atti composto nel 1791 da W.A.Mozart su libretto di Emanuel Schikaneder. La storia racconta le avventure del giovane principe Tamino, della ricerca della principessa Pamina figlia della Regina della Notte rapita da Sarastro e delle tre prove di iniziazione.

L’11 e 12 Febbraio il singspiel cede il passo alla farsa musicale: va in scena il “Cappello di Paglia di Firenze” di Nino Rota con  libretto di Victor Léon e Leo Stein dalla commedia L’Attaché d’ambassade di Henri Meilhac. Proposta dal Progetto LTL Opera Studio 2016 (direttore Francesco Pasqualetti, regia Lorenzo Maria Mucci con l’Orchestra Giovanile Italiana e l’Ensemble vocale del Progetto LTL Opera Studio), l’opera è il capolavoro di Nino Rota: il titolo riprende il cappello di paglia indossato da Anaide durante un incontro clandestino con il proprio amante e mangiato dal cavallo del giovane Fadinard nel giorno delle proprie nozze. Sospetti, scambi di persona, situazioni rocambolesche costellano la vicenda che si sviluppa a ritmi frenetici nell’arco di una sola giornata.

Il grande melodramma torna il 18 e 19 Marzo con “Manon Lescaut” di Giacomo Puccini con l’Orchestra della Toscana e l’allestimento del Teatro Goldoni di Livorno, Teatro di Pisa e del Teatro Sociale di Rovigo. L’opera pucciniana con il libretto ispirato al romanzo omonimo di Françoise-Antoine Prévost, racconta la storia di amore tra Manon ed il Cavaliere Renato Des Grieux che porta i due alla rovina tra duetti d’amore e parti orchestrali brillanti.

La stagione lirica termina il 26 Marzo con evento pisano “Didone Abbandonata” di Leonardo Vinci,  opera in tre atti, libretto di Pietro Metastasio. Il cast include l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentina diretta da Carlo Ipata, la regia di Deda Colonna. L’allestimento è quello del Teatro dell’Opera di Firenze e del Teatro di Pisa. L’opera prende spunto dal mito per presentare una donna risoluta e fiera, abbandonata dal suo amante (Enea), infastidita da un pretendente (Iarba) e  ingannata dalla sorella Selene.

I biglietti per gli spettacoli del Teatro di Pisa sono in vendita presso la biglietteria del Teatro Verdi e nel circuito www.vivaticket.it. Per Rigoletto, il Trittico, il Flauto Magico e Manon Lescaut hanno un prezzo di 44 euro (platea e palco centrale), 23 euro (galleria e palco laterale III ordine) e 23 euro per galleria e palco laterale III ordine. Per il Cappello di Paglia di Firenze e Didone Abbandonata i prezzi scendono rispettivamente a 27 euro, 22 euro e 16 euro. Per il Dittico Britten c’è il posto unico numerato di 23 euro.

Il cartellone della stagione lirica del Teatro Verdi è il seguente:

15 Ottobre 2016 ore 20:30 e 16 Ottobre ore 16
Rigoletto di Giuseppe Verdi

22 Ottobre 2016 ore 20:30
Mors et Vita di Charles Gounod

19 Novembre 2016 ore 20:30 e 20 Novembre 2016 ore 16
Trittico di Sancta Susanna / Suor Angelica / Gianni Schicchi di Paul Hindemith e Giacomo Puccini

4 Dicembre 2016 ore 16
The Prodigal Son / The Little Sweep di Benjamin Britten

14 Gennaio 2017 ore 20:30 e 15 Gennaio 2017 ore 16
Die Zauberflöte (Il Flauto Magico) di Wolfgang Amadeus Mozart

11 Febbraio 2017 ore 20:30 e 12 Febbraio 2017 ore 16
Il Cappello di Paglia di Firenze di Nino Rota

18 Marzo 2017 ore 20:30 e 19 Marzo 2017 ore 16
Manon Lescaut di Giacomo Puccini

26 Marzo 2016 ore 16:00
Didone Abbandonata di Leonardo Vinci

Cartellone Stagione operistica Teatro Verdi di Pisa – 15 Ottobre 2016 / 26 Marzo 2017 Teatro Verdi  Via Palestro 40 Pisa
Via Palestro 40
Tel. 050 941.111

IperProfessional la formazione che vale
LaKinzica.it è testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Pisa dal 16 maggio 2011 con autorizzazione n.04/11
Cookie Policy
Cookie Policy