La Kinzica - La tua guida al tempo libero e agli eventi di Pisa e provincia

Le giornate del Romanico pisano


La Pieve di Santa Maria e san Giovanni Battista di Vicopisano è visitabile durante le Giornate del Romanico Pisano

La Pieve di Santa Maria e san Giovanni Battista di Vicopisano è visitabile durante le Giornate del Romanico Pisano

Il 24 e 25 marzo tornano le Giornate del Romanico Pisano: si tratta della seconda edizione della manifestazione che propone escursioni e visite ai gioielli dello stile architettonico che ha caratterizzato la Toscana e la provincia di Pisa (oltre anche alla Sardegna e alla Corsica). Questo stile, nato nel periodo d’oro della Repubblica Pisano (XI-XIII secolo) ha trovato la sua massima espressione nell’edificazione dei luoghi di culto ed è contraddistinto dall’uso, nelle facciate, di arcate cieche decorate da losanghe, dalla bicromia di marmo bianco con pietre più scure e da influenze bizantine ed arabe riscontrabili anche nell’impiego di ceramiche  a scopo decorativo. La Cattedrale di Santa Maria Assunta e la Torre pendente a Piazza dei Miracoli, la chiesa di San Paolo a Ripa d’arno a Pisa, San Michele in Foro a Lucca, il Duomo di Pistoia e quello di Massa Marittima, il Battistero di San Giovanni di Volterra, la chiesa della Santissima Trinità di Saccargia, e la Cattedrale di San Pietro di Sorres (entrambe in Sardegna) sono alcune dei massimi esempi di Romanico Pisano.

In molte delle chiese e delle pieve sparse nella campagna pisana sono inoltre riscontrabili i segni di questo stile architettonico. Proprio al fine di valorizzare questo patrimonio artistico è nato il progetto europeo Giornate del Romanico Pisano che propone una serie di itinerari, visite guidate e aperture straordinarie dei monumenti per partire alla scoperta del romanico in Corsica, Sardegna e Toscana. Nella nostra regione e in provincia di Pisa in particolare si hanno due itinerari. Il primo si snoda alle pendici del Monte Pisano: da Calci a San Giuliano fino a Vicopisano. Il secondo itinerario si sviluppa tra la Valdera e la Val di Cecina, da Palaia a Peccioli, da Montecatini Val di Cecina fino alle bellezze di Volterra.

Ecco nel dettaglio gli eventi pisani, tra visiti guidate e aperture straordinarie, in programma per le Giornate del Romanico Pisano.

24 marzo
Itinerario Monte Pisano

Apertura dell’Eremo di San Bernardo (entrambi i giorni dalle 16:00 alle 19:00): graziosa chiesetta in località Tre Colli dove Bernardo da Chiaravalle scrisse la preghiera Salve Regina.
Apertura della Pieve di Santa Maria a Vicopisano (entrambi i giorni dalle 8.00 alle 18.00) tra i migliori esempi del romanico pisano con l’interno che sfoggia colonne romane e un ciclo di affeschi del XIII secolo.
Apertura della Chiesa di San Martino al Bagno a Uliveto (dalle 14:00 alle 18:00 situata all’interno del Parco Termale di Uliveto Terme).
Apertura della Pieve di Santa Giulia a Caprona (entrambi i giorni dalle 9.00 alle 18.00).
Apertura della Chiesa di Sant’Agostino a Nicosia (dalle 15:00 alle 18:00): bella chiesa duecentesca situata nel monastero che invece versa in stato di abbandono .
Apertura della Chiesa di Sant’Jacopo in Lupeta (il 24 marzo dalle 9:00 alle 16:00): grazioso edificio intitolato un tempo a san Mamiliano Apertura della Pieve dei Santi Ermolao e Giovanni a Calci (il 24 dalle 9:00 alle 16:00 il 25dalle 10:00 alle 18:00)
Apertura della Pieve di San Marco a Rigoli (il 24 dalle 15.00 alle 18.00 il 25 dalle 9:00 alle 12:00)
Apertura della Pieve di Santa Maria e San Giovanni a Pugnano (entrambi i giorni dalle 10.00 alle 12.00)

Escursione Capodanno Pisano in Verruca della Compagnia di Calci (24 marzo)
Escursione da Montemagno alla Verruca e alla Badia di San Michele. Il ritrovo è al Parcheggio di Montemagno ore 10.30. Per informazione e-mail compagniadicalci@libero.it

Escursione “Tra Pieve e Castelli” di Vadoevedo (24 marzo)
Ritrovo alle ore 14.00 alla Pieve di Santa Maria e di San Giovanni Battista di Pugnano. L’escursione prevede la visita di un gioiello sconosciuto dell’architettura romanica: la Chiesa del Monastero dei SS. Paolo e Stefano. L’itinerario poi prosegue con l’avvistamento delle torri che costituivano il il sistema difensivo del Castello di Ripafratta e a fine escursione visita alla Pieve di San Marco a Rigoli. Quota di partecipazione 8,50 euro. Per informazioni +39347/5870026, www.vadoevedo.it

Escursione “Dal Centro di Calci all’Eremo di San Bernardo” di Naturatour (25 maro)
Ritrovo alle ore 14:30 al parcheggio del vecchio campo sportivo in via Brogiotti, a destra dopo il Comune. L’itinerario si snoda tra oliveti e vegetazione del Monte Pisano fino a raggiungere l’Eremo di San Bernardo a metà costa verso il Monte Serra con possibilità di degustazione prodotti tipici locali. Quota di partecipazione 10 euro (ridotto , 5 euro bambini sotto i 10 anni, gratis sotto i 6 anni). Per informazioni tel. +393393670805 o 050/871260.

Escursione alla Chiesa di Santa Maria a Mirteto di Vadoevedo (25 marzo)
Visita guidata con partenza, in diversi orari, da Asciano (in Via Barachini, ingresso A.N.P.I.L.). Si sale poi fino ad ammirare l’antico insediamento di Mirteto risalente al XI secolo e osservare in particolare la piccola chiesa di Santa Maria del Mirteto di particolare interesse e pregio architettonico. Per partecipare all’escursione è d’obbligo l’utilizzo di scarponi da trekking. Quota di partecipazione 5 euro (bambini e ragazzi fino a 18 anni 2,50 euro, gratuito per under 8). Gli orari delle pertenze delle escursioni sono i seguenti: ore 9.00  (rientro entro le ore 11.00), ore 11.30 (rientro entro le ore 13.30), ore 14.00 (rientro entro le ore 16.00), ore 16.00 (rientro entro le ore 18.00).
Per informazioni e prenotazioni tel. +393475870026.

Itinerario Valdera-Valdicecina

Apertura della Pieve di San Martino a Palaia (dalle 9.00 alle 18.00): graziosa pieve realizzata in cotto.
Apertura di Badia di Morrona (antico monastero e ora sede della nota azienda agricola (dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00): antico monastero e oggi sede della celebre cantina.
Apertura della Chiesa di San Biagio di Montecatini Valdicecina (entrambi i giorni dalle 16.00 alle 20.00): elegante chiesa a tre navata con gli affreschi di Neri di Bici e Roncalli.
Apertura della Pieve di San Verano a Peccioli (il 24 marzo dalle 10.00 alle 13.00, il 25 dalle 15.00 alle 18.00): austera pieve medioevale con affreschi settecenteschi.
Apertura del Museo delle Icone Russe “F. Bigazzi” di Peccioli (entrambi i giorni dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00).
Apertura del Museo Archeologico di Peccioli (entrambi i giorni dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00)
Apertura del Museo Collezione Incisioni e litografie Donazione Vito Merlini di Peccioli (entrambi i giorni dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00)
Apertura del Museo di Arte Sacra di Peccioli (entrambi i giorni dalle 10.00 alle 13.00)
Badia dei Santi Salvatore, Giusto e Clemente a Volterra è visitabile solo dall’esterno causa lavori di ristrutturazione.
Apertura della Cattedrale di Santa Maria a Volterra (entrambi i giorni dalle 7.30 alle 12.30 dalle 15.00 alle 17.30): duomo maestoso con il gruppo scultero in legno del XIII secolo con gli affreschi di Benozzo Gozzoli e la “Tavoletta” di San Bernardino da Siena.
Apertura del Battistero di San Giovanni Battista a Volterra (entrambi i giorni dalle 7.30 alle 17.30): splendido battistero con interno a sei nicchie e vasca battesimale del Sansovino.

Escursione “Dalle Colline di Terricciola ai vigneti di Badia di Morrona” di Naturatour (24 marzo).
Il ritrovo è alle ore 15.00 ritrovo al parcheggio di Terricciola in via Pozzuolo. Escursione di 8 chilometri tra i vigneti con possibilità di degustare i vini della zona. Quota di partecipazione 10 euro. Per informazioni Tel. +393393670805 Tel/Fax: 050.871260

 

Le Giornate del Romanico Pisano – 24 e 25 marzo (Provincia di Pisa)

Per informazioni
web www.itineraromanica.eu

IperProfessional la formazione che vale
LaKinzica.it è testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Pisa dal 16 maggio 2011 con autorizzazione n.04/11
Cookie Policy
Cookie Policy