La Kinzica - La tua guida al tempo libero e agli eventi di Pisa e provincia

Lo stile di Suzuki


La rassegna del cinema Lanteri di Pisa dedicata a Seijun Suzuki

La rassegna del cinema Lanteri di Pisa dedicata a Seijun Suzuki

Il Pisa Film Forum dedica una mini-rassegna al regista giapponese Seijun Suzuki presso il Cinema Lanteri di Pisa il 27 maggio e il 10 e 17 giugno. Si inizia il 27 maggio con “Underworld Beauty” (1955); si prosegue il 10 giugno con “Tokyo Drifter” (1966); si conclude il 17 giugno con “Pistol Opera” (2001).

Seijun Suzuki nasce il 24 maggio del 1923 e lavora prevalentemente come regista, attore e screenwriter. I suoi film si distinguono per il carattere irriverente, caustico e nichilista. Fra il 1956 e il 1967 Suzuki dirige 40 film di genere yakuza, ovvero incentrati sulla mafia giapponese, ma il successo arriva nel 1967 con “Il marchio dell’assassino”.

Da questo momento Suzuki inizia la sua carriera di regista libero dai rigidi schemi imposti dalle case cinematografiche. Tra i cinefili Suzuki è un nome noto, non così (non ancora e forse mai) al grande pubblico, che pure spesso guarda film che molto devono anche al maestro giapponese: il suo stile che qualcuno ha definito come un mix tra quello di Godard e di Fuller, le sue storie che da decenni non fanno discriminazioni di sorta tra uomini e donne e tra appartenenze etniche diverse, l’uso disinvolto del colore e il passaggio fluido tra i generi sempre connotati col suo tocco irriverente e surreale fanno di questo autore una pietra miliare del cinema non solo asiatico.

L’Italia  è  stato  il  primo  paese  a  dedicargli  una  rassegna  fuori  dai confini  nazionali  in  occasione  della  Mostra  Internazionale  del  Nuovo Cinema di Pesaro del 1984. Il Pisa Film Forum vuole festeggiare i 90 anni del grande maestro Suzuki con tre film, appartenenti a periodi diversi ma allo stesso modo degni di essere venerati. “Underworld  Beauty”  è  il  primo  yakuza-movie,  girato  in  un  suggestivo cinemascope  in  bianco  e  nero  con  una  fotografia  tagliente  ai  limiti dell’espressionismo. “Tokyo Drifter” è una delle ultime pellicole che gira per la Nikkatsu e nella quale si assiste a sparatorie come se fossero balletti e ad una fotografia che sembra dipinta. Infine “Pistol Opera” è il film col quale Suzuki nel 2001 è approdato alla Mostra del Cinema di Venezia ed è la summa, teorica e pratica, di un cinema che è opera totale, tra pittura, musica, teatro e danza.

Ingresso intero 5,00 EUR, ridotto per anziani over 60 e studenti a 4,00 EUR.

Suzuki al Lanteri – 27 maggio, 10 e 17 giugno – Cinema Lanteri, Via San Michele degli Scalzi 46 – Pisa

Per informazioni:
www.pisafilmforum.org
info@pisafilmforum.org

 

IperProfessional la formazione che vale
LaKinzica.it è testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Pisa dal 16 maggio 2011 con autorizzazione n.04/11
Cookie Policy
Cookie Policy