La Kinzica - La tua guida al tempo libero e agli eventi di Pisa e provincia

Bandiere arancioni in festa


Parte del Tabernacolo di Benozzo Gozzoli nella Cappella di Santa Caterina di Legoli (Peccioli), uno dei monumenti visitabili il 14 ottobre la Giornata della Bandiere Arancioni

Parte del Tabernacolo di Benozzo Gozzoli nella Cappella di Santa Caterina di Legoli (Peccioli), uno dei monumenti visitabili il 14 ottobre la Giornata della Bandiere Arancioni

Il 14 ottobre 100 comuni in tutta italia festeggeranno la Giornata delle Bandiere Arancioni del Touring Club Italiano: località e borghi storici che per la loro storia e la loro cultura costituiscono una meta preferenziale per il turismo e che sono stati premiati dall’assegnazione della Bandiera Arancione. Riconosciuta come unica esperienza italiana di successo nel campo del turismo sostenibile dall’Organizzazione Mondiale del Turismo, premiata dall’associazione Skal International (2008) e patrocinata dall’Enit, la Bandiera Arancione è il marchio di qualità turistico-ambientale che TCI assegna alle località che soddisfano oltre  200 rigorosi criteri di valutazione: a oggi, su oltre 2.000 candidature, solo 191 località hanno ottenuto tale riconoscimento. La Giornata delle Bandiere Arancioni, che si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio del Ministro del Turismo e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, si propone di dare risalto ai piccoli comuni dell’entroterra che per l’occasione si aprono e mostrano le loro “bellezze” ai visitatori.

Ecco allora nel dettaglio gli eventi pisani organizzati per la Giornata delle Bandiere Arancioni.

A Castelnuovo di Val di Cecina si potranno non solo visitare le chiese e gli oratori del centro storico ma partecipare alle escursioni (anche guidate) organizzate nel parco delle Fumarole, nell’area che si snoda da Sasso Pisano a Monterotondo Marittimo e che propone paesaggio selvaggio caratterizzato da putizze, sorgenti di acque, getti di vapore e pozzi di acque gorgoglianti.

A Casale Marittimo si scoprirà nel borgo un angolo di Medioevo e un paese che affonda le sue radici nel passato. In località la Poggiarella si potrà ammirare l’insediamento etrusco (ka necropoli di Casa Nocera, tomba a tholos del VI sec. a.C.) e le rovine romane presso le località La Pieve e Il Poggio  (resti di ville d’età imperiale).

Lari festeggia la Giornata Bandiere arancioni svelando i suoi prodotti tipici suoi monumenti come Castello dei Vicari, la chiesa di S. Maria Assunta, che custodisce “L’Annunciazione” marmorea quattrocentesca di Andrea Guardi e una Madonna orante di Francesco Melani e i prodotti tipici locali.

Peccioli invece attende il visitatore con le bellezze del centro: il palazzo Pretorio, la Chiesa di San Verano con la Torre campanariae la ricca offerta museale costituita dal Museo di Icone Russe “F. Bigazzi”, dal Museo Collezione Incisioni e Litografie (Donazione Vito Merlini), dal Museo di Arte Sacra e dal Museo Archeologico. Da non perdere è poi a Legoli il gigantesco tabernacolo di Benozzo Gozzoli custodito nella Cappella di Santa Caterina. All’arte a alla cultura si aggiungono poi i festeggiamenti di San Colombano e gli eventi dell’Ottobre Pecciolese con stand enogastronomici, giochi di strada e la fanfara del paese.

La parrocchiale di San Giovanni Battista (con una Madonna del Rosario di Niccolò Circignani e una Annunciazione di Cristoforo Roncalli), gli aspri paesaggi della Valle del Diavolo, il Museo della Geotermia di Larderello (dove nel 1913 venne messa in funzione la prima centrale geotermica al mondo di per la produzione di energia elettrica) e la maestosta e possente Rocca Sillana costituiscono le attrattive di Pomarance.

A Bandiere Arancioni aderisce anche Volterra, la capitale dell’alabastro, con le sue bellezze naturalistiche e artistiche: dalle Balze, al centro storico con il Palazzo dei Priori e le case-torri, dal Duomo e dal Battistero di san Giovanni alla Cappella della Croce di Giorno di san Francesco, dal Teatro romano al museo etrusco Guarnacci fino alla Pinacoteca.
In tutti i borghi che aderiscono all’iniziativa i visitatori avranno a disposizione dei fogli dove poter disegnare, con fantasia e creatività, ciò che li colpisce o che secondo loro rende eccellente la località visitata. Le foto dei disegni saranno poi inviate al Touring Club Italia  per la realizzazione dell’album sulle bellezze d’Italia raccontate dai visitatori che sarà poi pubblicato su Facebook.

Bandiere Arancioni – 14 ottobre in provincia di Pisa (Castelnuovo di Val di Cecina, Casale Marittimo, Lari, Peccioli, Pomarance, Volterra)

Per informazioni
Bandiere Arancioni
web www.bandierearancioni.it

IperProfessional la formazione che vale
LaKinzica.it è testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Pisa dal 16 maggio 2011 con autorizzazione n.04/11
Cookie Policy
Cookie Policy