La Kinzica - La tua guida al tempo libero e agli eventi di Pisa e provincia

Carri in sfilata al Carnevale Pietrasantino


Il Carnevale di Pietrasanta vanta una tradizione storica parallela a quella del vicino Carnevale di Viareggio

di Elena Di Stefano

Sono in arrivo i corsi mascherati con le suggestive sfilate dei carri in carta pesta nel centro cittadino di Pietrasanta: l’appuntamento è per il 5, 12 e 19 febbraio dalle ore 15:00 alle ore 17:30 in Piazza Matteotti, Via Provinciale Vallecchia, Viale San Francesco e Viale Marconi. Il giorno di martedì grasso, il 21 febbraio, è dedicato al Carnevale dei Bambini, in Piazza Matteotti dalle 15:00 alle 17:30.

L’edizione 2012 del Carnevale di Pietrasanta è stata anticipata dalla Festa della Canzonetta e del Teatro Dialettale Pietrasantino e dall’attesa Elezione di Miss Carnevale, con la sfida all’ultimo respiro che ha visto sfilare sul palco della Bussola Versilia le giovani aspiranti, vinte da Silvia Catalina Tudose e dalla sua contrada del Pontestrada. Come è buona regola anche nella vicina Viareggio, Pietrasanta organizza inoltre una replica estiva delle sfilate carnevalesche per turisti e bagnanti, con musiche, danze, sagre gastronomiche e spettacolo pirotecnico. Tra maggio e giugno 2012 si terrà anche l’11° Torneo di calcio delle Contrade del Carnevale (Stadio comunale XIX Settembre).

Messo in ombra dal colosso del vicino Carnevale di Viareggio, il Carnevale di Pietrasanta, seppure in scala minore, offre ogni anno uno spettacolo di sicura suggestione e divertimento, secondo una tradizione molto sentita già ai primi del ‘900. Nella storia cittadina si ricorda per esempio il “Grande Corteggio di Michelangelo” che nel 1910 prese le mosse dall’Accademia di Belle Arti: il pittoresco corteo, preceduto dall’esibizione della banda, accompagnato da sbandieratori e chiuso da coreografie, voleva ricordare il trasporto del marmo che lo scultore Michelangelo veniva a prendersi dalle Apuane per lavorare ai suoi celebri monumenti.

Spinti alla sfida dal vicino carnevale viareggino, anche i pietrasantini si applicano ben presto all’invenzione di ingegnosi festeggiamenti carnevaleschi, mettendo a frutto la vivace vena artistica contraddistingue la loro terra, meta ambita da secoli dai maggiori artisti di tutto il mondo. I comitati si mettono a lavoro con legname, carta pesta, colla e gesso e allestiscono corsi mascherati con carri fantasiosi e parodistici, accompagnati da musica e attorniati dalla folla. Con qualche parentesi di pausa nel corso degli anni, dovuta anche agli eventi bellici, il carnevale torna a risplendere nella cittadina di Pietrasanta a partire dagli anni Settanta. Si costituisce allora il Comitato Carnevale e la città si divide in contrade che si sfidano, oltre che nella creazione dei carri, anche nell’arte della canzonetta e del teatro popolare. Come Viareggio con il suo Burlamacco, anche Pietrasanta ha una maschera ufficiale: lo Sprocco, marinaio e artista, dai colori bianco e azzurro come i colori del marmo e del mare.

Carnevale 2012 di Pietrasanta
5, 12, 19 e 21 febbraio 2012
Centro storico – Pietrsanta (LU)

Per informazioni:

Comune di Pietrasanta
Tel. 0584 795520
E-mail: comune.pietrasanta.lu.it
www.comune.pietrasanta.lu.it

IperProfessional la formazione che vale
LaKinzica.it è testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Pisa dal 16 maggio 2011 con autorizzazione n.04/11
Cookie Policy
Cookie Policy