La Kinzica - La tua guida al tempo libero e agli eventi di Pisa e provincia

Effetto Venezia livornese


Lo spettacolo "Portrait of a Diva -Omaggio a Maria Callas" del 29 luglio è uno degli eventi più attesi dell'edizione 2012 di Effetto Venezia che è dedicata alla Grecia

Lo spettacolo "Portrait of a Diva -Omaggio a Maria Callas" del 29 luglio è uno degli eventi più attesi dell'edizione 2012 di Effetto Venezia che è dedicata alla Grecia

Dal 27 luglio al 5 agosto c’è l’edizione 2012 di Effetto Venezia, la kermesse estiva labronica con spettacoli, mostre e concerti che in questa edizione hanno come tema la  Grecia (scarica qui il calendario completo degli eventi della manifestazione). Per la durata della rassegna si potranno effettuare visite guidate ai musei (Casa Modigliani) e viaggi in battello alla scoperta dei fossi medicei (scali del monte Pio) o per ripercorrere le  tappe del viaggio di Ulisse raccontato nell’Odissea (Scalandroni della Venezia dal 31 luglio al 4 agosto). Non mancheranno poi i mercatini dell’artigianato, del modernariato e dell’antiquariato per le vie della Venezia (il quartiere livornese, contrassegnato da canali ed edifici affacciati sull’acqua, che ricorda Venezia), spettacoli di artisti di strada, attività per bambini (piazza dei Domenicani).

Anche nel 2012 Effetto Venezia punta su un ricco cartellone di spettacoli che oltre a includere il Palio dell’Antenna prevede la messa in scena di L’elisir d’amore di Donizetti de l’Otello di William Shakespeare, il musical Abbadream e le esibizioni di Amanda Sandrelli, Ubaldo Pantani e degli Oblivion.

Uno degli spettacoli più attesi dell’evento livornese è “Portrait of a Diva -Omaggio a Maria Callas” (29 luglio, ore 22:05 piazza del Luogo Pio) il ritratto della diva della lirica, dall’adolescenza all’apoteosi, raccontato dalle voci di Amanda Sandrelli e Blas Roca Rey e con le musiche di  Bellini, Verdi, Ravel e i quadri di danza di Federica Maine e Michele Satriano. L’omaggio alla Callas prosegue poi il 2 agosto alla  chiesa Santa Caterina (Piazza dei Domenicani ore 21:05) con il concerto di Chiara Panacci (soprano), Laura Brioli (mezzosoprano), Stefano La Colla (tenore), Michele Pierleoni (baritono) e Laura Pasqualetti (pianoforte).

C’è anche grande attesa per il concerto-omaggio dedicato a Demetrio Stratos, indimenticato cantante e leader degli Area. Lo show (1° agosto ore 22:05 piazza del Luogo Pio) abbina al film documentario “La voce Stratos” (di  Luciano D’ Onofrio e Monica Affatato) sulla vita e sulla figura artistica di Stratos il concerto di Maria Pia De Vito (la migliore cantante jazz italiana e con collaborazioni con Quinto Rigo, Guinga e Colin Towns) e Ares Tavolazzi (bassita e contrabbassista degli Area e di Francesco Guccini). Da non perdere è anche lo show Cassandra del comico e cabarrettista Claudio Marmugi (Zelig) che dal 30 luglio al 4 agosto in piazza del Municipio concluderà ogni serata con uno spettacolo ispirato all’inascoltata profetessa nel quale lancia i suoi strali e propone la sua irriverente invettiva in un delirante miscuglio di mitologia greca e livornese.

Viene invece curata da Gioele Dix la regia dello spettacolo Oblivion Show 2.0 previsto per il 4 agosto (piazza del Luogo Pio ore: 22:05).  Gli Oblivion sono un collettivo teatrale (Graziana Borciani, Davide Calabrese, Francesca Folloni, Lorenzo Scuda, Fabio Vagnarelli) salito alla ribalta per il video caricato su YouTube “I Promessi Sposi in 10 minuti” e poi per la loro partecipazione alla trasmissione televisiva Zelig. L’enemble propone uno spettacolo incentrato sulla parodia nel quale il geniale gruppo stravolge i contenuti televisivi, musicali, letterari, cinematografici mischiandolo tra loro in un frullatore di gag, battute, padronanza dello spazio scenico e sintesi.  Ubaldo Pantani (“Quelli che il calcio…” “Stiamo tutti bene”) il 2 agosto (Piazza del Luogo Pio ore: 22:05) è il protagonista di “A.C. 1916. Non caduto a Cefalonia” – La straordinaria vita di un soldato semplice, monologo che racconta la storia (raccolta da Azeglio Campatelli) dell’occupazione italiana di Cefalonia e della carneficina tedesca dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943

L’Otello messo in scena il 29 luglio (Circoscrizione 2 palco Euripide, biglietto 10 euro) è proposto dall’Associazione Compagnia del Cercio della Fondazione Teatro Goldoni con la regia di Francesco Torregiani, i costumi di Lisa Rufini e i l’adattamento dei testi di  Davide Calabrese e Lorenzo Scud.

Chiude la rassegna L’Elisir d’Amore di Donizetti (5 agosto Piazza XX settembre ore 21:35) con l’Orchestra del Festival Effetto Venezia diretta da Maria Menicagli. Il cast (la regia è di Giampaolo Zennaro) include Linda Kazani (soprano) nel ruolo di Adina,  Gian Luca Pasolini (tenore) in quello di Nemorino, Alessandro Calamai (basso comico) nei panni del dottore Dulcamara, Carlo Morini (baritono) nel ruolo di Belcore e Valentina Boi (soprano) che interpreta Giannetta.

Effeto Venezia 2012 – 27 luglio / 5 agosto Livorno

Per informazioni
web www.effettovenezia.it

IperProfessional la formazione che vale
LaKinzica.it è testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Pisa dal 16 maggio 2011 con autorizzazione n.04/11
Cookie Policy
Cookie Policy