La Kinzica - La tua guida al tempo libero e agli eventi di Pisa e provincia

Metarock km 0


Gli Appino chiudono il Festival Metarock

Gli Appino chiudono il Festival Metarock [foto di Annapaola Martin]

Il Festival Metarock chiude con una serata, a ingresso gratuito, dedicata alle band della città della Torre. “Metarock Km 0“, così è stato battezzato il concerto pisano, prevede sul palco quattro band. L’esordio è affidato a La Fortuna di Nashira è una band pisana di alternative rack nata nel 2006 con il nome di Hc-Virus. Il quartetto, Bernardo Sommani (voce e chitarra) Pietro Borsò (batteria) Matteo Prandini (basso) e Federico Ammannati (chitarra),  ha pubblicato i mini  “E’ un paese per vecchi” nel quale si rende artefice di un promettente alternative-rock accompagnato da testi in italiano.

Ai La Fortuna di Nashira seguono i Sara dei Vetri sono saliti alla ribalta delle cronache per la vittoria del Premio Ciampi 2011 e oltre ad avere alla spalle una buona quantità di date live (anche con Max Gazzé e Massimo Zamboni)  e hanno esordito con l’EP “Le Piccole Cose”, segnato dalla splendida voce di Chiara Bianca e da tonalità musicali che intrecciano il jazz mainstream, rock melodico e folk.

Arriva po il Maniscalco Maldestro, band di crossover rock che con l’omonimo esordio del 2005 stupì un po’ tutti con una proposta musicale originalissima che univa riferimenti a Primus e a Frank Zappa a sperimentazione e a eco jazz.  La particolarissima e intrigante proposta musicale della band è stata confermata dal seguito “Panna polvere e vertigine”. Con il terzo disco “Ogni cosa al suo posto” la band cambia formazione (arrivano Davide “Dado” Mei al basso e Simone “Muto” Sandrucci alla chitarra) e la proposta musicale devia verso un rock desertico e  psicadelico anche se apertissimo sempre a una notevole varietà di influenza dai generi più diversi. L’ultimo album il Maniscalco Maldestro (che ora include Pietro Spinelli alle tastiere) è “Solo opere di bene” nel quale si conferma la voglia di sperimentazione (più controllata e confermata nello spettro compositivi dei brani più che da diversi andamenti all’interno delle singole composizioni), l’approccio lirico ironico e surreale e il coraggio di unire con convinzione ed efficacia, cantautorato, swing a punk, metal e prog rock

In chiusura suonano gli Appino, il progetto di Andrea Appino cantante e chitarrista degli Zen Circus che ha esordito da solista con l’album “Il Testamento” prodotto con Giulio Ragno Favero bassista del Teatro degli Orrori. Si tratta di un disco rock viscerale arricchito dalle influenze dei cantautori italici, da una furia indie-rock e punk. Il progetto è diventato anche una band vera e proprio e Andrea Appino (voce e chitarra) è accompagnato da Giulio Ragno Favero  (Teatro degli Orrori) al basso e Franz Valente (Teatro degli Orrori) alla batteria e da Enzo Moretto (A Toys Orchestra) alla chitarra.

La serata Metarock Km 0 inizia alle ore 20:00.

Metarock Km 0 con Appino il Maniscalco Maldestro Sara dei Vetri e La Fortuna di Nashira–  8 Settembre Parco la Cittadella Piazza Terzanaia Pisa

Per informazoni
Associazione Metarock
web www.metarock.it

IperProfessional la formazione che vale
LaKinzica.it è testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Pisa dal 16 maggio 2011 con autorizzazione n.04/11
Cookie Policy
Cookie Policy